Quotidiani locali

l’accordo 

Cinque comuni nelle rete che aiuta le famiglie

Ad aderire sono Pontremoli, Licciana Nardi, Tresana, Casola e Villafranca La sindaca Baracchini aggiunge 100 euro al bonus Mamma per i nati nel 2018

lunigiana

È stato siglato martedì mattina, nella suggestiva cornice del Castello del Piagnaro, l’adesione di cinque comuni lunigianesi (Pontremoli, Licciana Nardi, Tresana, Casola e Villafranca) alla rete dei comuni “Amici della famiglia” del forum associazione familiari. Una rete che ha l’obiettivo di creare un luogo di incontro e confronto tra Comuni e associazionismo familiare per promuovere e diffondere buone pratiche, stimolando percorsi di collaborazione progettuale e operativa che valorizzano il ruolo della famiglia quale risorsa e soggetto sociale propositivo nelle comunità locali.

Ospite d’eccezione Gigi De Palo, Presidente del Forum Nazionale della Famiglia che, nella serata di lunedì, all’interno delle Stanze del Teatro della Rosa, ha presentato il suo libro, scritto con la moglie Anna Chiara Gambini, “Ci vediamo a casa”. Come detto a sottoscrivere la propria adesione c’erano i rappresentanti e i sindaci dei Comuni di Tresana, Villafranca, Casola e Licciana Nardi. E, anche se assente, è pronto a manifestare il proprio consenso anche il Comune di Massa. A sottoscrivere l’Accordo di Rete poi anche il Forum delle Associazioni Familiari della Toscana, rappresentato dal Presidente Francesco Zini, l’Afi – Associazione delle Famiglia Confederazione Italiana rappresentato dal Consigliere Delegato Roberto Bolzonaro e la Consulta della Famiglia del Comune di Pontremoli con il Vice Presidente Emanuele Zavattaro. De Palo ha sottolineato l’importanza di questa adesione, evidenziando come «siano i piccoli Comuni che danno la spinta» per creare «percorsi di collaborazione progettuale e operativa con le istituzioni locali da raccogliere e condividere per contaminare anche altre amministrazioni. La famiglia non è un malato da curare ma è la cura per il malato. Occorre però una visione che prevenga e contrasti il suo impoverimento anticipando i problemi e seminando seriamente e in modo lungimirante per il futuro».

Un concetto cui si è unita anche il sindaco, Lucia Baracchini, che ha annunciato ufficialmente anche l’introduzione di una nuova misura di attenzione verso la famiglia, aggiungendo 100 euro al Bonus Mamma che viene elargito dal Governo (di 800 euro) per ciascun nuovo nato nel 2018 residente a Pontremoli. «Si tratta di un simbolo, di un modo attraverso il quale dare il nostro personalissimo benvenuto ai nuovi nati - ha specificato il primo cittadino - con l’intenzione poi di sensibilizzare anche la Società della Salute per assumere analoga decisione per ciascun nuovo nato in Lunigiana, terra che soffre da anni di un importante calo di nascite».

«Che la Lunigiana serva da modello per l’intera Regione Toscana», ha poi commentato Francesco Zini, sottolineando l’avanguardia e la lungimiranza di un tale accordo di rete per la tutela

dell’intero territorio. Presenti all’incontro anche il delegato del Vescovo Giovanni Santucci, Fausto Vannucci, il Presidente del Forum delle Associazioni Familiari di La Spezia Remo Righetti e l’Assessore del Comune di Castelnuovo del Garda Davide Sandrini.

.R.S.

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro