Quotidiani locali

PODISMO E sOLIDARIETà 

Corri Battilana, un successo nel ricordo di Nicole e della beneficenza ad Admo

Al via in 137, in campo maschile trionfa il marocchino Khalid Gaout fra le donne Alice Franceschini, in gara Roberto Ria con la maschera di Carrara

CARRARA

La pioggia delle ore precedenti non ferma un gradito ritorno con oltre cento partecipanti di tutte le età a correre nel segno dell'atletica leggera e della solidarietà. È stato Khalid Gaout, Asd Goldo dei Poeti, marocchino a tagliare per primo il traguardo – entro la mezz'ora di tempo – del Corri Battilana.

Si è svolta mercoledì scorso infatti la gara podistica amatoriale – organizzata da Asd Strafossone e da Banana Running – con tracciato interamente nel quartiere carrarese di Battilana. Grande protagonista del pomeriggio è stato dunque lo sport, ma non solo: solidarietà e ricordo sono stati gli altri protagonisti che hanno contraddistinto e accompagnato la manifestazione. Solidarietà perché l'incasso (al netto delle varie spese sostenute dall'organizzazione) della gara (all'incirca, fanno sapere gli organizzatori, 300 euro effettivi) è andato all'Admo (Associazione donatori midollo osseo); ricordo perché, invece, l'intero evento era dedicato a Nicole Rambay, 38enne scomparsa quattro anni fa. Vera trait d'union della gara podistica amatoriale è stata la runner apuana Sara Tognini che ha voluto fortemente riorganizzare l'evento sportivo di Battilana dopo qualche anno di stop e dedicarlo all'amica, Nicole, scomparsa proprio durante un Corri Battilana di quattro anni fa vinto da Sara.

Tornando alla gara di mercoledì, i partecipanti sono stati complessivamente 137; un buon numero considerata inoltre la pioggia che ha anticipato l'inizio della gara. Alla fine il primo uomo a tagliare il traguardo (davanti al centro sociale) è stato, come detto, Khalid Gaout; la prima donna, invece, Alice Franceschini (Atletica Spezia). A essere premiati, però, sono stati tutti i partecipanti all'evento, come annunciato in precedenza dallo staff del Corri Battilana. La partenza è scattata alle 19 davanti al centro sociale di Battilana in serata diventata sede per il buffet di fine corsa e per le premiazioni. Otto i chilometri complessivi di percorso: due giri da quattro chilometri per le strade di Battilana. Alla gara potevano partecipare tutti gli atleti in regola con il tesseramento del 2018 di Fidal o Uisp o altri enti.

La delegazione più numerosa di atleti è stata quella della Pro Avis di Castelnuovo Magra del presidente Nicola Cappelli; a gareggiare, inoltre, Roberto Ria (arrivato secondo). Ria è un runner livornese che a ogni gara indossa una maschera diversa; questa volta ha gareggiato per l'intera competizione con una maschera dedicata a Carrara: gialla e azzurra con una ruota. Presente, come di consueto a queste iniziative, il gruppo Amici di Andrea Aloi, questa volta “capitanato” da Sara Tognini, l'organizzatrice, che ha dato il via al Corri Battilana. Numerosi gli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione della manifestazione e a cui vanno i ringraziamenti degli organizzatori: Sport Mania, Mulino del Cibus, Sapori di Luni, Lorenzo Banana Parrucchiere, Bon Pro, Bon Proncino, LièVita, Il Fornaio, Lunatica bar, Woolrich Forte dei Marmi, Pizzeria Bacetto, GB Noleggio, Essenza, Aisha, Samba, Look Inside e Horus Caffè. «Ringrazio tutti gli sponsor e tutti quelli che hanno

contribuito alla realizzazione di questo evento. L'ho voluto fortemente, per me ha un significato speciale e mi rimarrà nel cuore. Sono contenta di come sia andata, davvero oltre le aspettative come numero di partecipanti», il commento di Sara Tognini. —

LUCA BARBIERI

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro