Quotidiani locali

allarme sicurezza 

Furto a Barbarasco, i ladri visti dalle telecamere

Il sindaco di Tresana Matteo Mastrini lancia un appello: «Servono più risorse per aggiornare e implementare il sistema di videosorveglianza in Lunigiana»

tresana

Il sistema di telecamere installato dal Comune di Tresana sarà per la prima volta utilizzato per aiutare a rintracciare gli autori di un furto avvenuto l’altra notte nei dintorni del campo sportivo Bernardi di Barbarasco.

L’auto utilizzata dai malviventi per allontanarsi dal luogo del reato, sarebbe stata infatti individuata grazie all’ausilio delle immagini registrate nottetempo, e consegnate ieri mattina dal primo cittadino Matteo Mastrini alle forze dell’ordine.

la videosorveglianza

Dopo le ondate di furti che negli ultimi anni sono state segnalate con sempre maggiore frequenza, colpendo non solo obiettivi più isolati ma anche appartamenti all’interno di palazzine, la decisione dell’Unione e dei sindaci del territorio fu quello di potenziare, attraverso il ricorso a fondi messi a disposizione dai bandi nazionali e regionali, il numero di telecamere piazzate per la videosorveglianza del territorio, lasciando poi mano libera alle singole realtà territoriali di integrare (con propri soldi) il sistema in funzione.

uno sforzo non sufficiente

Uno sforzo che però non è sufficiente per coprire tutte le zone sensibili della Lunigiana (vista la conformazione del vasto territorio), anche se la videosorveglianza è diventato il primo deterrente contro i raid dei ladri, garantendo una maggiore sensazione di sicurezza nei cittadini e nei titolari di attività commerciali.

Il sindaco di Tresana, Matteo Mastrini, ha comunicato l’episodio del campo sportivo di Barbarasco attraverso il suo profilo Facebook, lanciando insieme anche un appello affinché si possano trovare le adeguate risorse per aggiornare ed implementare la rete di sorveglianza installata sul territorio.

L’Appello del sindaco

«Dobbiamo registrare l'ennesimo furto, anche se di lieve entità, a Barbarasco. Purtroppo per i ladri però la zona era videoregistrata dalle telecamere installate dal Comune – scrive Mastrini sul social network - domani (oggi, ndr) provvederemo a consegnare ai Carabinieri le immagini, ma vista la conformazione del territorio lunigianese, abbiamo bisogno dell'aiuto di altri enti: il Bando regionale cui ha partecipato l'Unione ci ha consentito di avere poche telecamere per tutta la Lunigiana, una sola per tutta Tresana. Il Comune di Tresana ha acquistato altre tre telecamere, ma è chiaro che da soli in questo modo non ce la possiamo fare».

l’unione fa la forza

I piccoli comuni montani si trovano nuovamente ad affrontare una situazione che richiederebbe un capitolo speciale di spesa all’interno di propri bilanci municipali, una spesa tra l’altro ampiamente giustificata, ma quasi impossibile da pianificare previo l’utilizzo esclusivo delle risorse interne, dovendo ricorrere a bandi esterni per il loro recupero. Il grido

di aiuto lanciato in questi giorni da Mastrini potrebbe essere quindi accolto dal territorio che dovrebbe lavorare in sinergia per riuscire a realizzare un piano di copertura che possa adattarsi alle esigenze del vasto comprensorio lunigianese. —

CRISTIANO BORGHINI

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro