Quotidiani locali

Caso di malattia tropicale a Carrara, via alla disinfestazione

Un cittadino di Avenza ha manifestato i segni della "Dengue" dopo la visita in un paese esotico, disinfestazione nella notte tra venerdì e sabato 9 giugno

CARRARA. Questa mattina il Dipartimento di prevenzione dell'Asl Toscana Nordovest di Massa-Carrara ha informato il Comune di Carrara che nella giornata di ieri, giovedì 7 giugno, nel comune di Carrara si è manifestato un caso di febbre denominata "Dengue": una malattia tipica delle aree tropicali, che si trasmette solo attraverso le punture di insetti (in particolare della zanzara tigre, Aedes Albopictus) e che si manifesta con febbre e dolori muscolari e osteoarticolari anche intensi. La febbre è stata contratta all’estero da un cittadino carrarese recentemente tornato da un viaggio in un paese tropicale.

«E’ una malattia che di solito non lascia alcun tipo di conseguenze – fanno sapere da Asl – a parte rari casi in cui ci possono essere complicazioni dovute più che altro ad una situazione di salute già precaria: la malattia ha il decorso di una normale influenza». La malattia non è trasmissibile da uomo a uomo.

Pur non trattandosi di una situazione allarmante, considerato che l’intervento principale per la prevenzione della malattia consiste nella massima riduzione possibile della popolazione di zanzare, secondo quanto previsto in questi casi dal protocollo del Ministero della Salute, la Asl ha dato disposizione al Comune di effettuare un intervento straordinario di disinfestazione sia nelle aree pubbliche che in tutte le aree private aperte (giardini, cortili, eccetera).

L’area interessata dall’intervento è la zona di Avenza ricompresa all'incirca tra viale Galilei, via Campo D'Appio, via Mulazzo e via Aurelia: il perimetro esatto è indicato sul sito del Comune di Carrara e nella foto allegata al presente articolo.

Il sindaco ha quindi emesso l’ordinanza 507/2018 nella quale viene chiesto a tutti i residenti, amministratori condominiali, operatori commerciali, gestori di attività produttive e in generale a tutti coloro che abbiano l’effettiva disponibilità di aree aperte o abitazioni, ricompresi nell’area interessata, di consentire l’accesso alle proprie pertinenze esterne da parte degli operatori della ditta Ecosan che provvede alla disinfestazione a partire già dalle 3 del mattino di domani, sabato 9 giugno, fino alle ore 10.00 dello stesso giorno.

Come sempre accade durante una disinfestazione, durante il trattamento è opportuno chiudere porte e finestre, tenere al chiuso gli animali domestici e proteggere i loro ricoveri e suppellettili (ciotole, abbeveratoi, ecc.) con teli di plastica.

Prima del trattamento è opportuno raccogliere la verdura e la frutta degli orti o proteggere le piante con teli di plastica in modo ermetico. In seguito al trattamento si raccomanda di rispettare un intervallo di 15 giorni prima di consumare frutta e verdura che siano state irrorate con prodotti insetticidi, lavarle abbondantemente e sbucciare la frutta prima dell'uso. Procedere, con uso di guanti lavabili o a perdere, alla pulizia di mobili, suppellettili e giochi dei bambini lasciati all'esterno che siano stati esposti al trattamento. In caso di contatto accidentale con il prodotto insetticida lavare abbondantemente la parte interessata con acqua e sapone.

Gli uomini

della polizia municipale assisteranno gli operatori di Ecosan nelle procedure di accesso alle proprietà private e saranno a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Per eventuali informazioni è possibile contattare il Comando di Polizia Municipale al numero telefonico: 0585 70000

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro