Quotidiani locali

«Posta in ritardo, e noi paghiamo la mora»

Disservizi ripetuti nella Valle del Lucido e a Casola, protestano lo Spi Cgil e Federconsumatori

FIVIZZANO. Nell’epoca del web e della e-mail può sembrare un problema secondario. Ma non è così: i disservizi postali sono un problema serio per le comunità, specie per quelle dei paesi e per le fasce più anziane della popolazione. Nasce da qui la protesta della Spi Cgil (la categoria pensionati del sindacato)e FederConsumatori, che denunciano «i disservizi che stanno suscitando malumore e preoccupazione tra la popolazione dei Comuni di Fivizzano, in particolare nella Valle del Lucido e Casola in Lunigiana». Cgil e associazione si riferiscono a episodi di mancata consegna della Posta che si protrae a loro avviso da diverso tempo «con ritardi nel pagamento delle bollette e relativo pagamento delle more da parte degli utenti».

«Ci siamo rivolti anche alle istituzioni, ma i politici hanno forse altro da pensare, non vi è stata nessuna risposta , anzi è stato risposto: cosa ci possiamo fare». Lo Spi-Cgil e FederConsumatori si sono inoltre rivolti tramite una lettera, questo lo riferisce il segretario dello Spi alla direzione delle Poste di Massa Carrara non ottenendo nessuna risposta. Chiediamo che questo problema sia risolto al più presto, visto il disagio e il danno che sta procurando,

in particolare alla popolazione anziana. Faremo di tutto per poter recuperare, verso l'amministrazione delle Poste Italiane, le somme del pagamento delle more, insomma gli utenti non possono pagare i disagi ,di quella ristrutturazione che si sta facendo nelle Poste Italiane».

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro