Quotidiani locali

Massa, un convegno su tutti i segreti dell’infarto

Sabato 12 al mattino l’appuntamento all’Ospedale del cuore con gli specialisti della cardiologia e del 118

MASSA. Lotta contro l’infarto, ruolo del 118 che dispone di medici dell’emergenza urgenza di alto spessore, modalità di intervento. Di questo e altro ancora si parlerà al corso- convegno in programma domattina all’Opa. Da tutta la Toscana ma anche da altre Regioni sono i partecipanti iscritti al corso convegno interregionale: “L’infarto miocardico acuto - Stemi nel 2018”, questo il titolo dell’attesa corso convegno a carattere interregionale organizzato dalla Fondazione Toscana ”Gabriele Monasterio” per la Ricerca Medica e di Sanità Pubblica -Cnr d’intesa con il 118 di Massa-Carrara, che si terrà per l’intera giornata di domani, sabato 12 maggio (inizio ore 9) nella sala convegni dell’ospedale del Cuore “G. Pasquinucci” via Aurelia Sud. L’evento sarà aperto dal dottor Luciano Ciucci Direttore della Fondazione “Monasterio” e Massimo Braglia capo Servizio del nostro giornale porterà il saluto del direttore del Tirreno Luigi Vicinanza. I lavori diretti dal dottor Sergio Berti - Direttore dell’Unità operativa complessa di Cardiologia Diagnostica ed Interventistica Ospedale del Cuore della stessa Fondazione “G. Monasterio”, vedranno la presenza di illustri relatori ed esperti del settore . Il corso è organizzato assieme al 118 di Massa-Carrara (coordinato dal dottor Umberto Roberto Vatteroni) perché, come è noto, questo servizio di emergenza urgenza territoriale è importantissimo per il primo intervento sulla persone che chiede aiuto. Il medico deve fare l’immediata diagnosi e prestare immediate terapie perché altrimenti ci sarebbe il rischio del decesso del paziente. L’evento di domani ha ottenuto 8 crediti Ecm per medici chirurghi e infermieri; i posti, però, sono già tutti presi (sono 45, evento gratuito). “La nostra rete dello Stemi - spiega il dottor Sergio Berti Direttore dell’Unità operativa complessa di Cardiologia Diagnostica ed Interventistica Ospedale del Cuore della stessa Fondazione “G. Monasterio” - è stata una delle prime in assoluto nel nostro paese. La rete ha iniziato a muovere i primi passi nei primi mesi dell’anno 2000 tra mille difficoltà. Dal 2006 abbiamo iniziato raccogliere tutte le informazioni che potevano aiutarci a migliorare l’efficienza della nostra rete, tempi di percorrenze delle ambulanze, tempo nel quale il team di sale era in grado di eseguire l’intervento di angioplastica etc. Questo grande patrimonio culturale di dati ci ha consentito di migliorare progressivamente l’efficienza della rete facendo registrare una costante e progressiva riduzione dei tempi che intercorrono tra il momento in cui viene fatta la diagnosi e il momento in cui viene riaperta la coronaria». E ricorda: «Negli ultimi due anni la nostra rete, che comprende i territori della Lunigiana, dei territori di costa di Massa e Carrara e quello della Versilia, si è confermata come prima in Italia per numero di infarti Stemi trattati all'anno (dati societa italiana di cardiologia interventistica 2016 e 2017), con un numero di casi costantemente sopra 400, più di uno al giorno. Tutto questo perché l'infarto miocardico acuto Stemi continua a rappresentare una delle più importanti sfide della cardiologia moderna». Ricco

il programma, con interventi di vari specialisti; previsto anche un collegamento live dalla Sala di Emodinamica Operatori. Nel pomeriggio, esercitazioni pratiche e discussioni, interpretazione live di tracciati ecg trasmessi in diretta con il sistema attualmente in uso sulle ambulanze 118.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro