Quotidiani locali

Modello per un giorno, Lorenzo va a Roma per il set fotografico

Il giovane autistico posa per la casa di moda Dan John. La manager: «Spero che altre case di moda ci seguano»

CARRARA. I bei vestiti e i look alla moda gli piacciono fin da quando era piccino e ora che è adulto non esce se non ha i capelli in ordine, con l’ultimo taglio di grido, e un abbigliamento trendy. Ama i pantaloni con le risvoltine e non transige nemmeno sui calzini: ne ha un’intera collezione, di una nota griffe prestigiosa.

L’altra sua passione sono i viaggi: la sua meta preferita è Roma, dove non manca mai di visitare il Colosseo, il suo monumento del cuore.

E così quando qualche settimana fa è stato chiamato nella capitale per uno shooting fotografico, Lorenzo De Marchi, un bel ragazzo di 22 anni, è stata la realizzazione di un grande sogno. Anche perchè, per chi come lui è affetto da autismo, l’ingresso nel mondo della moda rappresenta una strada tutta in salita.

Grazie alla tenacia di mamma Mariarosa e alla disponibilità di Hannah Raccah, giovane titolare della linea di abbigliamento Dan John, invece il sogno di Lorenzo è diventato realtà: «E’ stato bravissimo. Quando è arrivato era già vestito di tutto punto ma un po’ intimorito. Dopo che gli ho fatto vedere il set e la nostra linea di abbigliamento si è sciolto» racconta l’imprenditrice che per mettere Lorenzo a suo agio lo ha fatto posare per i primi scatti con un modello professionista. Non solo. Per farlo sentire davvero a casa, mentre lui posava davanti allla fotocamera, con le luci e gli ombrelli neri, lo staff della casa di moda ha fatto partire la sua canzone preferita “Lost on you” di Lp. E così con la colonna sonora e lui sotto i riflettori vestito di tutto punto, ci è scappata perfino qualche lacrimuccia: «E’ stata una bellissima esperienza per tutti noi. La mamma si è commossa e devo dire che anche per noi del mestiere è stato emozionante. Spero che anche altri marchi, magari anche quelli più blasonati, seguano il nostro esempio. Del resto non costa nulla e si fanno felici dei ragazzi straordinari» afferma Hannah Raccah.

E quando è tornato a Carrara, non senza aver fatto il “suo” giro di Roma sul bus panoramico, Lorenzo era al settimo cielo. Lo conferma l’insegnante che lo segue ormai da diversi anni, al Liceo delle Scienze Umane prima (dove l’aspirante modello ha conseguito l’attestato di maturità) e adesso all’Istituto Einaudi: «E’ tornato davvero arricchito da questa esperienza. Ne ha parlato con i suoi compagni e ha messo anche per iscritto le sue sensazioni» racconta orgoglioso il professor Davide Lambruschi.

«L’apertura di un mondo come quello della moda nei confronti di un ragazzo autistico è un bel momento di inclusione. E’ un bel segnale speriamo che altri dopo Dan John si prestino a iniziative simili» aggiunge il docente che non lesina lodi al suo alunno.

«Lorenzo è un ragazzo educato e buono. È stato entusiasta di indossare vestiti eleganti... è uno modaliolo. Ha i suoi gusti e perfino il suo parrucchiere di fiducia, Alessandro, di cui ci parla in continuazione. Tiene molto al suo aspetto. Devo confessare che spesso le ragazzine lo notano per strada perchè è proprio un bel giovanotto. Per questo, come tutti i bei ragazzi, anche lui ha diritto di fare le sue esperienze, sì perfino nella moda» insiste il docente.

Ma la più contenta

di tutti, dopo Lorenzo ovviamente, è la sua mamma: «È stato un primo, piccolo passo per realizzare il suo sogno. E lui si è divertito tantissimo» conferma Mariarosa De Marchi, con la gioia negli occhi e l’entusiasmo che sempre ha quando parla del suo aspirante modello.

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro