Quotidiani locali

Addio a Victor, partigiano artista

Se n’è andato all’età di 96 anni Gisberto Vittorio Mariotti

CARRARA. Addio al partigiano Victor, l’artista e professore d’arte Gisberto Vittorio Mariotti.
L’artista è morto all’età di 96 anni. Nativo di Carrara da molti anni viveva a Castelnuovo Magra, dove aveva anche lo studio.
Mariotti era nato a Carrara nel 1921. Dopo aver conseguito la licenza triennale presso l'allora reale Accademia di belle arti, ha frequentato un corso di arti e mestieri per lo studio del marmo, ed uno di disegno meccanico.
Quindi si iscrive alle quadriennali di architettura. Obbligato a partire per il servizio militare, nel 1940 frequenta la scuola di alpinismo per allievi ufficiali di Aosta. Dopo l’armistizio di Badoglio (1943) crea una formazione partigiana indipendente, e con il nome di Victor combatte sulle montagne dell’Emilia dove si ricongiunge con la famiglia sfollata. Finita la guerra si iscrive ad architettura ma per motivi famigliari lascia lo studio e diventa imprenditore.
Negli anni Sessanta inizia la sua carriera di docente esercitando fino alla pensione (1992), insegnando in vari istituti del comprensorio.
Ha passato la sua vita dedicandola all’arte, creando capolavori in olio su tela, ma anche acquerelli e produzioni grafiche di chiara ispirazione metafisica, anche se svincolate da qualsiasi specifica corrente artistica. Una produzione che spesso è riuscita a cogliere le intime sfaccettature dell’animo umano, come per esempio la sofferenza rappresentata nella tela “Sia mai l'ultimo spermatozoo” del 1980.
Una delle opere

di “natura morta” del 2011 ha vinto il premo premio della quarta edizione del “Festival internazionale dell'arte di Roma”.
La Resistenza apuana perde così un altro suo “monumento” storico e con la resistenza lo perde l’arte che Victor ha saputo vivere e rappresentare.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro