Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
Aperture domenicali,  Cna striglia i parrucchieri

Aperture domenicali, Cna striglia i parrucchieri

L’associazione ha ricevuto segnalazioni di negozi che lavorano anche nei festivi. Monito agli operatori del settore, prima di arrivare ai controlli dell’ispettorato

CARRARA. Parrucchieri aperti anche domenica e festivi, Cna mette in guardia le attività e minaccia di rivolgersi allpispettorato del lavoro per sanzionare chi non rispetta l’ordinanza del Comune.

Tutto parte da quella piega e da quella tintura effettuate anche la domenica, quando i parrucchieri dovrebbero- per ordinanza comunale - essere chiusi. Un fenomeno in crescita che ha fatto rompere gli indugi all’associazione artigiana che se ne è uscita con un vero e proprio messaggio che suona come un avvertimento nei confronti degli operatori : «segnaleremo le imprese che non rispettano i termini dell’ordinanza comunale».

Sono state diverse, in questi giorni, le segnalazioni arrivate alla principale associazione degli artigiani che raduna centinaia di specialisti del settore. Tanto da correre ai provvedimenti.

«Ci segnalano – spiega Giacomo Cucurnia, referente Cna Massa Carrara per il settore acconciatura – di attività aperte anche la domenica e nei giorni di festa quando non avrebbero potuto lavorare. C’è un’ordinanza del comune, che abbiamo sollecitato, per evitare il far west delle aperture e mettere tutte le attività nelle stesse condizioni. Purtroppo, a quanto ci risulta, diverse attività non la rispettano. Ci rivolgeremo, se necessario, all’ispettorato del lavoro e alla Polizia Municipale, per farla rispettare e per tutelare le nostre imprese».

L’ordinanza comunale, lo ricordiamo, consente alle attività di tenere aperte dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle 22 con un minimo di 6 ore e fino ad un massimo di 11 ore giornaliere.

«Nei giorni lavorativi precedenti una festività - continua la nota di Cna - potrà essere osservato l’orario continuato, come si legge nell’ordinanza. Nelle domeniche e nelle festività nazionali gli esercizi dovranno restare chiusi».

Insomma nessuna concessione di tenere phon e spazzole in uso anche nei giorni di festa. È prevista l’apertura domenicale, solo la mattina da giugno a settembre. Ma non negli altri mesi. Ed è proprio su questo che insiste l’associazione artigiana.

«Casi analoghi – conclude Cucurnia – si erano già verificati nel comune di Massa. Anche in quell’occasione avevamo sollecitato i controlli che avevano
portato a sanzioni e al rispetto dell’ordinanza. Prima di arrivare alle segnalazioni- sottolinea il referente del settore per Cna - vogliamo mettere in guardia le aziende ed invitarle a prendere visione all’ordinanza comunale per evitargli una multa».

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro