Quotidiani locali

L’abbraccio dei bimbi a fratel Robert

Il superiore generale delle Scuole cristiane in visita al Guglielmi, tra canti, palloncini e istituzioni

MASSA. La visita di fratel Robert Schieler, superiore generale dei fratelli delle scuole cristiane, è stata una grande festa non solo per la scuola San Filippo Neri, ma per la città intera; non a caso, il sindaco Alessandro Volpi ha voluto concedere il teatro Guglielmi per l’incontro ufficiale con le autorità.

Originario di Filadelfia, eletto nel 2014 come ventisettesimo successore di Giovanni Battista de La Salle, il fratello superiore ha iniziato da Massa il suo tour in tutti i ventiquattro istituti italiani accompagnato in questo viaggio da fratel Aidan, uno dei suoi consiglieri e delegato del settore Europa e Medio Oriente, e da fratel Achille, responsabile della provincia Italia ed ex direttore della scuola massese.

Ieri mattina il benvenuto è stato calorosissimo: il superiore è stato accolto dai palloncini giallo e azzurri lanciati in aria, da canti di gioia e balli preparati dai piccoli alunni.

Con una breve rappresentazione dell’associazione Ducato di Massa, poi, fratel Robert ha potuto conoscere la storia della città di Massa e successivamente, tramite bambini ed insegnati, quella della scuola,fondata 158 anni fa, dove oggi accanto ai centoventi alunni, tra infanzia e primaria, sono presenti quattro fratelli – il direttore Giorgio, Domenico, Giampiero e Alberto – dodici insegnanti laici, due segretarie e tre cuoche coordinate da Luigi.

«Sono molto felice perché è la migliore accoglienza che io abbia ricevuto» ha riferito fratel Robert agli studenti ringraziando insegnanti ed amministratori che portano avanti un lavoro di responsabilità all’interno della San Filippo Neri. Nel pomeriggio, il saluto ufficiale in teatro alla presenza del vescovo monsignor Giovanni Santucci, del sindaco Alessandro Volpi, del presidente della provincia Gianni Lorenzetti, dei rappresentanti delle forze dell’ordine e delle associazioni degli ex alunni dei Fratelli cristiani. «Sono grato a tutte le persone che si occupano di ragazzi e li aiutano a crescere e diventare grandi – ha sottolineato monsignor Santucci – e noi dobbiamo creare i migliori ambienti e stili di vita in cui i piccoli possano misurarsi con loro stessi ed aprire la mente». Il sindaco non ha avuto alcun dubbio nel concedere il teatro cittadino per l’evento perché «la San Filippo Neri è un’istituzione della città». Poi alcune domande da parte dei bambini a fratel Robert, rigorosamente in inglese: «io stesso ho avuto fratelli come insegnanti – ha raccontato – ed aspiravo a diventare come loro, ma mai mi sarei aspettato che un giorno avrei avuto l’opportunità di ricoprire questo incarico che
porto avanti umilmente; sogno però di tornare nelle classi perché è lì che insegniamo il futuro». Infine, i fratelli della San Filippo Neri hanno donato un album di foto ed una lizza in miniatura al superiore generale ed una statuetta di san Giovanni Battista La Salle al sindaco Volpi.

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon