Quotidiani locali

Massa, Bugliani o un Volpi bis per fermare l’onda grillina

Nel Pd prende forza la candidatura del consigliere regionale renziano, ma cresce anche l’ipotesi che il partito punti sulla riconferma del sindaco

Comunque vada, o sia andata, non è stata una bella performance quella del Pd di Massa Carrara, costretto ad affrontare il congresso con i tesserati del 2016, dopo il “congelamento” delle tessere raccolte nel 2017. Un provvedimento che ha coinvolto tutti, renziani e non renziani, e che penalizzerà tutte le correnti, perché a mancare saranno comunque centinaia di tessere. Chi ne avesse sottoscritte di più, in fondo, ormai conta poco, ma nei corridoi della politica non si fa che parlare del prossimo congresso, dal quale dipenderanno alcune sorti importanti: in primis quella del futuro sindaco di Massa.

Primarie sì, primarie no e quindi Volpi bis, oppure nuova coalizione e nuovo candidato Pd. Le maglie dell’intreccio politico sono in realtà ancora molto larghe. Innanzitutto i renziani credono di avere in mano il congresso anche senza gli iscritti del 2017, facendo riferimento al tesseramento 2016, che già li vedeva superiori del 55% dei voti. Si sa, però, che basta nulla a far cambiare le carte in tavola e quindi nessuno è certo del risultato del congresso comunale, che a Massa continuerà a vedere contrapposti due giovani politici, Daniele Battistini e Luca Perinelli, ai quali non piacciono troppo le etichette ma che, per dovere di cronaca, si ricollegano l’uno all’area volpiana, quella dell’attuale sindaco Alessandro Volpi, appoggiato dal Pd dell’onorevole Andrea Rigoni e l’altro all’area renziana, quella cresciuta con Giacomo Bugliani e la parlamentare Pd Martina Nardi. Se i renziani vinceranno il congresso, che si dovrebbe celebrare a dicembre, e Perinelli diventare il nuovo segretario comunale, allora dovrebbero tener fede alla loro mozione congressuale, che dice, tra le altre cose, “sì” alle primarie. Ma qualora la maggioranza Pd fosse sicura di utilizzare lo strumento primarie, che peraltro non porta molta fortuna al partito, avrebbe comunque il problema di trovare un candidato alternativo ad Alessandro Volpi.

Il che non è scontato. Il nome dell’avvocato Sergio Menchini sembra ormai poco probabile e resta sullo sfondo di un ragionamento che non può ammettere errori, perché il Movimento 5 stelle è lì ad un palmo dalla poltrona, e anche il centrodestra unito alle amministrative non è da sottovalutare. Sbagliare il candidato, a prescindere dai sacrosanti programmi, potrebbe essere fatale. C’è un’altra voce che gira, che per qualcuno è più una speranza: il candidato potrebbe essere proprio Giacomo Bugliani, che ha vinto le primarie per le regionali contro Loris Rossetti. Lui non pare avere intenzione di candidarsi, ma qualcuno sospetta che il Pd potrebbe chiedergli un “sacrificio” politico, rinunciando al suo posto in consiglio regionale, per recuperare Massa e non lasciarla in mano ai grillini, facendo sponda con Carrara. Bugliani ha più volte detto, in tempi non sospetti, che, essendo un uomo di partito, farà quanto gli verrà chiesto, sempre. Un percorso che vede però numerose altre variabili, in base ad esempio ai passi che farà l’attuale presidente della Regione Enrico Rossi, oggi con Mdp, il quale potrebbe addirittura lasciare il governo della Toscana per un seggio al Parlamwento. Una partita in cui Bugliani potrebbe risultare non solo utile, ma protagonista. A livello regionale del partito, però, nessuno si è ancora espresso palesemente, neanche sulle primarie e infatti potrebbe esserci anche una soluzione alternativa, per non rischiare di spaccare il partito, come successo a Carrara, e mandare avanti un candidato troppo debole: il Pd potrebbe decidere, allora, di convergere, a prescindere dai risultati del congresso, sul Volpi bis. Un ragionamento più o meno sicuro: ripresentare un sindaco onesto, in

una città che non ha assistito a picchi di criticità amministrativa come Carrara, per un secondo mandato che, tutto sommato, non si è mai negato a nessuno. E se poi con questa formula dovessero perdere le elezioni contro i 5 Stelle, non sarebbe stata neanche colpa dei renziani.
 

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista