Quotidiani locali

Trovano i ladri in casa a Massa e danno l’allarme

La famiglia è riuscita a fermare i malviventi, ma questi hanno approfittato di un momento di distrazione e sono fuggiti

MASSA. Si sono trovati i ladri in casa e li hanno pure fermati, ma mentre stavano per chiamare la polizia i due malviventi sono riusciti a divincolarsi, sfruttando quell’attimo di distrazione, e a fuggire a gambe levate. Una volta in strada sono saliti su una vettura rubata e hanno fatto sparire le loro tracce, nonostante due volanti gli stessero dando la caccia. La coppia è ritenuta responsabile di diversi furti tra Massa e Marina. Probabilmente si tratta di nomadi, anche se su questo non c’è certezza. L’unica cosa che hanno saputo dire i testimoni è che avevano la carnagione olivastra e che parlavano un italiano stentato. Le forze dell’ordine, nonostante le ricerche siano partite in ritardo, comunque continuano a battere la zona perché la sensazione è che si tratti di ladri che in zona hanno messo a segno parecchi colpi negli ultimi tempi.

Tanto lo spavento che hanno avuto i proprietari dell’abitazione che la coppia voleva svaligiare. Marito e moglie sono rientrati all’improvviso, da una porta che dava sul giardino. I malviventi non hanno sentito il rumore e sono stati sorpresi con le mani nel sacco. Il padrone gli ha intimato di stare fermi e loro si stavano preparando all’arresto, ma quando hanno visto che si è girato per cercare il cellulare ne hanno approfittato, scavalcando il davanzale del balcone. Da lì un piccolo salto e poi la corsa verso la vettura che avevano lasciato poco distante. Hanno messo in moto e si sono dileguati. Mentre correvano in direzione Montignoso hanno visto le luci delle volanti e hanno accelerato, fino a raggiungere un garage (almeno questa è l’ipotesi) dove hanno nascosto la macchina che scottava. E sono diventati uccel di bosco.

Quercioli e Marina di Massa sono le zone che negli ultimi giorni sono state prese d’assalto dalla microcriminalità. Un boom di furti nelle case che ha messo in ginocchio parecchie famiglie, che si sono viste portare via soldi, gioielli e in alcuni casi anche capi di abbigliamento. Non contenti i soliti ignoti, oltre a spaccare gli infissi per entrare, quando non hanno trovato nulla, hanno rotto

mobili e ricordi di una vita. Insomma, la percezione di sicurezza tra i massesi, ovviamente in particolare tra quelli colpiti dai furti. Si ricomincia a riparlare di ronde e nei prossimi giorni ci sarà un incontro in prefettura per capire se sarà possibile farle. (d.d.)
 

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics