Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro, Toscana economia

La Matec sbarca negli Usa e assume anche a Carrara

Il colosso della depurazione della marmettola si espande all’estero e in provincia. Acquisito ordine da 6 milioni di euro: si cercano disegnatori e operai specializzati

MASSA CARRARA. Un traguardo internazionale per una eccellenza apuana al 100%: Matec ha inaugurato il nuovo stabilimento Americano.

Ma anche grandi opportunità e investimenti nella nostra provincia: a cominciare da un nuovo stabilimento a Carrara e a nuove opportunità occupazionali aperte dei disegnatori 3D e operai specializzati.

Insomma Matec cresce, si espande all’estero e assume.

Il nuovo stabilimento in America per il colosso della depurazione e lo smaltimento della marmettola. Una nuova realtà e un grande opening a cui ha partecipato anche il canale americano Fox8.

«Lo stabilimento in North Carolina acquistato nel 2016 è stato completamente ristrutturato nel 2017 ed oltre ad uffici direzionali tutti realizzati con marmo di Carrara appositamente spedito dalle nostre cave copre una superficie di circa 2500 metri quadrati – spiegano dall’azienda – La società specializzata nel settore depurazione acquee ha deciso di investire in America (uno dei suoi mercati principali) in coincidenza dell’inizio della prossima fiera Marmomacc di Verona a cui parteciperà «con ben due stand accogliendo tutti i propri clienti».

Matec America si occuperà dello sviluppo nel mercato americano con dipendenti sia italiani che americani offrendo ai già molti clienti un servizio di assistenza, ricambistica e post vendita. All’evento hanno partecipato tutti i rivenditori, i clienti di Stati uniti dalla California a New York del Canada e del sud America. Le macchine continueranno ad essere prodotte nel comprensorio apuano e proprio a fronte di questo Matec ha acquisito un nuovo stabilimento in Carrara per aumentare la produzione visti i molti ordinativi acquisiti e continuare a produrre 100% Italiano

Una commessa da 6 milioni di euro. Con l’occasione della grand opening Americana è stato siglato anche uno dei piu’importanti ordini dell’azienda dalla sua nascita con un ordine di 6 milioni di euro per il settore minerario in Brasile e di un importantissimo progetto in Louisiana nel settore fanghi Rossi di Alluminio che consentirà lo smaltimento ecocompatibile degli stessi.

Come fatto con le Cave di Carrara per lo smaltimento della marmettola Matec sta risolvendo molti dei problemi ambientali

Le nuove assunzioni. Grazie a questo ordine allo sviluppo americano e sopratutto all’investimento nel nuovo stabilimento di Carrara che entrera’a regime anno nuovo Matec è alla ricerca di disegnatori 3D montatori trasfertisti ed operai specializzati per ampliamento del proprio organico.

Un colosso tutto apuano. Matec progetta e realizza impianti di depurazione e filtrazione acque reflue in moltissimi settori. Tra i più importanti troviamo senza dubbio: minerario, inerti, ghiaie, sabbie, minerario, lapideo, cemento, ceramico, vetro e plastica.

«Il nostro obiettivo è la completa soddisfazione del cliente, che garantiamo soprattutto grazie a un eccellente servizio post-vendita in tempi ridotti e a un’attività di consulenza pre-vendita, per individuare con precisione le reali esigenze di tutti i clienti - si legge nella nota dell’azienda - Solo negli ultimi due anni, Matec ha installato oltre 250 impianti

di depurazione in tutto il mondo; e questa, più di ogni altra cosa è la vera garanzia della qualità dei nostri prodotti e servizi. Potete trovare un impianto di filtrazione Matec in quasi ogni angolo di mondo, dall’Italia alla Australia, dall’Europa all’America».

 

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics