Quotidiani locali

Litigano al ristorante, ferito al collo con il coccio di un piatto

I due amici stavano discutendo tranquillamente, ma poi si sono accesi i toni. Il taglio con il coccio di un piatto

AVENZA. Stavano mangiando tranquillamente insieme ad altri amici e discutevano del più e del meno, come sempre quando si è a tavola con qualche conoscente. I due trentenni però sono passati dal ridere e scherzare alla lite a colpi di piatti e bicchieri. Tanto che un coccio ha ferito uno dei due al collo (niente di grave) e l’altro a un ginocchio. Entrambi sono finiti al Noa per essere medicati e quello che ha colpito l’amico con la lama improvvisata di ceramica potrebbe anche passare dei guai, ma solo se i carabinieri procederanno nei suoi confronti. Il condizionale è d’obbligo perché nel locale - la Baia del re di via Petacchi - non è successo apparentemente nulla per cui procedere d’ufficio (solo a querela di parte) ma i militari stanno cercando di capire il motivo dell’aggressione. Anche perché l’alcol in questo caso non c’entra nulla. Era una normalissima cena in un ristorante tranquillo. Anzi la zuffa ha rovinato la serata al titolare e ai clienti che stavano finendo di mangiare.

La coppia faceva parte di una comitiva che non ha dato problemi. Come tutte le tavolate di amici al massimo il tono della voce un po’ più alto rispetto agli altri ma tutto nel limite della sopportazione. Intorno alle dieci, i due che erano seduti poco distante uno dall’altro hanno perso il sorriso e hanno cominciato a discutere. Erano da poco passate le 22 e gli animi si sono immediatamente surriscaldati. Prima gli insulti, poi uno schiaffo e infine quel pezzo di piatto, che si era rotto cadendo in terra, usato come un coltello. Un paio di tentativi andati a vuoto e poi il colpo che arriva a bersaglio. All’altezza del collo. È uscito parecchio sangue e chi ha assistito alla scena si è spaventato. Uscendo dalla sala urlando. Sono intervenuti in diversi a dividere i due, nel frattempo dal locale è partita la telefonata alle forze dell’ordine.

Ed è stato il radiomobile di Carrara a raccogliere la richiesta di aiuto. I carabinieri sono arrivati insieme all’ambulanza del 118. Il medico li ha rassicurati sulle condizioni del ferito più grave (per modo di dire perché il codice di rientro è stato il giallo) e loro hanno sentito i testimoni, che poi erano quelli che si trovavano vicino ai duellanti. Nessun particolare è emerso al momento, neppure screzi passati. Amici sì, ma non per la pelle.
Si frequentavano insieme ad altri. Sabato sera evidentemente è successo qualcosa. E gli inquirenti vogliono capire che cosa per chiudere la vicenda oppure per approfondire. Anche perché nessuno dei due ha intenzione di denunciare l’altro. (d.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista