Quotidiani locali

Brucia una palazzina, evacuata famiglia

Le fiamme si sono scatenate in cantina probabilmente a causa di un cortocircuito. Due soccorsi dal 118

VILLAFRANCA. Un pomeriggio di paura. Una casa è andata a fuoco nella parte inferiore del borgo di Villafranca, all’ombra del castello del Malnido.

Le fiamme si sono sviluppate nella parte inferiore dell’abitazione adibita a cantina. Il fumo sviluppato dal rogo, fortemente intenso anche a causa dei materiali legnosi che erano stoccati in questa area della casa, ha invaso l’intero borgo. Le persone dapprima solamente affacciate alla finestra si sono riversate in strada dopo la richiesta dei volontari della Vab di chiudere le condotte del gas ed abbandonare gli appartamenti. I vigili del fuoco - sono stati impiegati 14 uomini da aulla, Carrara e Massa più un’autobotte - sono intervenuti per bloccare immediatamente le fiamme. Fortunatamente non sono state coinvolti gli occupanti, i quali però hanno assistito, impotenti, allo sfacelo.

Erano in quattro, due di loro sono entrati nell’immobile quando la situazione sembrava normalizzata senza però chiedere il permesso ai soccorritori. Per fortuna non è successo nulla, ma si sono presi un bel rischio. Domani mattina verrà verificata l’agibilità dello stabile, ma filtrano speranze che l’edificio, costruito nel secondo dopoguerra, possa aver resistito e possa tornare ad essere occupato. Certo non nell’immediato ma tra qualche giorno. Anche perché in questo momento, a causa del fumo, la casa non può essere abitata. La coppia che vive nell’edificio ha così dovuto trovare una sistemazione provvisoria in attesa di capire quando la propria casa tornerà ad essere agibile. Ieri notte è stata ospitata da alcuni parenti.
Ancora non sono chiare quelle che sono state le cause dell’incendio. I tecnici dei vigili del fuoco ieri si sono fermati a lungo sul luogo del rogo per cercare di raccogliere il maggior numero di indizi possibili e i prossimi giorni potrebbero essere decisivi per fare chiarezza. Non è da escludere che a scatenare le fiamme possa essere stato un cortocircuito da cui poi, in un attimo, la scintilla ha divorato l’intero edificio.

Il timore più grande era che il fuoco potesse attaccare l’albergo Manganelli, che si trova nei pressi della abitazione avvolta dalle fiamme. Per questo gli ospiti che si trovavano all’interno sono stati invitati a uscire. Ma è stata una precauzione e nulla di più.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE PER GLI AUTORI

Stampare un libro, ecco come risparmiare