Quotidiani locali

Aulla

Barani: «Ho fermato l’arrivo dei profughi alle villette»

AULLA. Il paventato arrivo di 18 migranti in un appartamento sulla statale aullese della Cisa, in località Groppino, sta creando allarme fra i residenti nella zona, almeno una trentina di famiglie....

AULLA. Il paventato arrivo di 18 migranti in un appartamento sulla statale aullese della Cisa, in località Groppino, sta creando allarme fra i residenti nella zona, almeno una trentina di famiglie.

Infatti, i 18 migranti potrebbero essere ospitati in una villetta a schiera i cui proprietari si sarebbero trasferiti all'estero. Di conseguenza, avrebbero deciso di affittare la casa ad una società con sede legale ad Aulla, società che dovrebbe gestire l'arrivo dei migranti e che già seguirebbe altri rifugiati politici.

A destare la preoccupazione dei residenti è il fatto che nell'appartamento ci sarebbero solo due stanze. Effettivamente un po' poche per 18 persone.

Da qui la mobilitazione di chi risiede nei dintorni, sul piede di guerra per una questione delicata come quella dell'accoglienza.

Magari una famiglia con bambini potrebbe essere una soluzione migliore, ma ieri mattina è stato il senatore Lucio Barani a mettere nero su bianco che il tutto è stato sospeso. Ecco quanto ha scritto Barani in una nota ufficiale targata Senato della Repubblica, che ha per oggetto l'arrivo dei profughi ad Aulla: «In riferimento al problema generatosi nel Comune di Aulla, la possibilità di ospitare 15/20 migranti nella zona residenziale della nostra cittadina, Villette Baracchini, e dopo avere incontrato alcuni proprietari preoccupati di questa situazione; mi sono attivato con il viceministro degli interni, Enrico Zanetti, il prefetto e il commissario del Comune di Aulla, da cui ho ricevuto ampie garanzie: la venuta dei profughi nelle villette di Aulla è stata sospesa. Io non ho nulla contro l'accoglienza, ma deve essere fatta assolutamente con criterio», conclude Barani nella nota.

Barani annuncia la sospensione del provvedimento,

vedremo nei prossimi giorni se la società che ha in mano la gestione dell’immobile cambierà obiettivo oppure insisterà per poter accogliere, in accordo con le autorità preposte, le famiglie dei migranti. Ieri Massa e Carrara hanno annunciato invece che ne accoglieranno venti.(G. U.)

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro