marina di massa

Il piccione diventa un caso: Federfauna parte civile

Un uomo era stato aggredito da una turista che credeva stesse maltrattando l’uccello

    Il caso piccione si arricchisce di un nuovo capitolo e minaccia di finire in tribunale. A intervenire è Federfauna, il sindacato degli allevatori, commercianti, circhi e detentori di animali, che condanna fermamente l'aggressione subita da un cinquantenne a Marina di Massa, colpevole solamente di aver scelto un pennuto come animale da compagnia. «L'uomo - scrive Federfauna - è stato prima accusato di maltrattamento, succesivamente aggredito con spintoni e insulti da una donna mentre passeggiava con l'animale». Il coordinamento toscano del sindacato, supportato dalla direzione nazionale, ha deciso di proporsi come parte civile e sostenere l'uomo in un eventuale procedimento , offrendo i servizi del proprio ufficio legale diretto dall'avvocato Massimiliano Bertolucci. La segreteria di Federfauna invita le vittime di episodi analoghi a segnalare eventuali aggressioni e soprusi contattando direttamente il coordinamento locale ai seguenti recapiti telefonici: 3274504165 - 3498809097

    16 agosto 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ