Menu

Antona, per due giorni, canta il maggio

Festa sabato e domenica. C’è anche l’elezione della reginetta per il ballo finale la sera in piazza

ANTONA. Ad Antona si ritorna a "cantar maggio" un rito agreste molto antico. Il maggio è un periodo di festa, cioè del risveglio della primavera ricordato in tutto il mondo.

Per quanto riguarda Massa, esso vive ancora oggi ad Antona, Pariana e Bergiola Maggiore nella forma di maggio lirico, detto anche maggio alle case o maggio fiorito.

Fino a qualche decennio fa ad Antona era praticato anche il maggio pico-drammatico, quello cioè con le spade ed i costumi, elmi e pettorali. Il maggio alle case delle ragazze da marito esteso anche a tutte le famiglie del borgo è stato rimesso in piedi lo scorso anno in occasione delle celebrazioni del 150 dell'Unità d'Italia. Anche quest'anno sull'onda del successo dello scorso anno, i giovani del borgo si sono riorganizzati e la notte del 30 aprile hanno provveduto, come da tradizione ad affiggere i disegni lungo il percorso dove, per tutto il prossimo sabato pomeriggio e per tutta la domenica avverrà il canto con musiche da parte dei maggianti che seguiranno il corteo aperto a la cesta fiorita.

Sabato pomeriggio difatti il gruppo toccherà tutti i luoghi attorno all'abitato centrale di Antona, a partire da Porneta, Campareccia, Scopeta, Parenzita e Darola, dove si trovano varie case abitate permanentemente. Al mattino della domenica il canto riprenderà all'interno del paese e continuerà per tutta la giornata fino a che non sarà portato il saluto ad ogni singolo o famiglia.

Dopodiché si passerà a vagliare le varie posizioni per eleggere la reginetta che sarà nominata e festeggiata durante la festa serale in piazza nella stessa domenica dove si svolgerà il solenne ballo dove uno è riservato ad alcuni giri per ogni maggiante con la reginetta.

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro