Menu

Nuovo polo scolastico di Aulla spunta un’altra collocazione

A oltre tre mesi e mezzo dallo spaventoso gorgo di acqua e fango che ha messo un punto interrogativo sullo prospettive future di Aulla, ben poco è stato fatto di tangibile. Tanta gente attende...

 

AULLA. A oltre tre mesi e mezzo dallo spaventoso gorgo di acqua e fango che ha messo un punto interrogativo sullo prospettive future di Aulla, ben poco è stato fatto di tangibile. Tanta gente attende ancora di sapere quando potranno essere iniziate le pratiche per avere il rimborso di una parte almeno dell’auto perduta e tanti genitori rimangono in attesa di conoscere quale sarà l’ubicazione futura delle nuove scuole che accoglieranno i figli.

A sentire il sindaco Roberto Simoncini, però, sulle nuove scuole è ancora il tempo delle ipotesi, anche se queste iniziano a girare sul web sotto forme di cartine che indicano la loro futura ubicazione. Una di queste è visionabile sulla pagina Facebook dell’associazione “Aulla per il futuro dei bambini”, guidata da Emmanuele Lupi: sulla cartina di Google Maps si può vedere l’area dell’ex tracciato ferroviario a nord dei con- tainer che ospitano le scuole medie e le future scuole sono tutte dislocate lì, dal liceo classico alle scuole medie, dalla scuola elementare alla scuola materna, per finire con la palestra e il campo da basket.

Le scuole, però, risultano ospitate in quattro edifici indipendenti l’uno dall’altro lungo la dismessa strada ferrata, non nel ventilato polo scolastico. A quanto pare, infatti, la legge non consentirebbe di raggruppare tutte le scuole in un unico edificio, ma quello che conta di più, in base alla cartina, è che le scuole non verrebbero realizzate nelle immediate vicinanze della vecchia stazione ferroviaria, come tutti avevano capito in un primo momento: una soluzione che piace poco e basta leggere i commenti sotto la cartina pubblicata su Facebook per rendersene conto, commenti sul filo dell’ironia, ma anche perentori nel respingere una soluzione di cui non si sapeva nulla e che spinge qualcuno ad auspicare che i genitori si facciano sentire.

La sensazione, inoltre, è che all’interno della maggioranza consiliare che governa il Comune di Aulla le acque non siano del tutto tranquille sulla questione, visto che l’assessore alla pubblica istruzione, Sauro Bonatti, afferma che quella cartina è opera di urbanisti della Regione Toscana, aggiungendo che il Comune di Aulla ha delle ubicazioni alternative da proporre, ubicazioni che verranno illustrate oggi a Firenze, mentre Simoncini definisce “opinioni” le dichiarazioni di Bonatti, guardandosi dall’affermare che Bonatti parla a titolo personale, ma sostenendo che le ipotesi sul tappeto sono frutto del lavoro della

Regione Toscana, della Provincia e del Comune di Aulla.

«Bisogna chiudere in pochi giorni - chiosa Bonatti - anche perché il sindaco di Aulla ha promesso solennemente, durante lo show di Giorgio Panariello a Marina di Carrara, che le nuove scuole saranno operative a settembre».

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro