Quotidiani locali

Mauro Corona con "La fine del mondo storto" trionfa nel Premio Bancarella

PONTREMOLI. Larga affermazione di Mauro Corona nel premio Bancarella. Il suo "La fine del mondo storto" (Mondadori) ha infatti trionfato con 75 voti, 30 di vantaggio su Franco Di Mare con "Non chiedere perché" (Rizzoli), che ha infatti riscosso 45 preferenze. A seguire, al terzo posto, Andrea Frediani con "Dictator - Il trionfo di Cesare" (Newton Compton) 28 voti; Alessandro Barbero con "Lepanto" (Laterza) 19 voti; quinto Claudio Fracassi con "Il romanzo dei mille" (Mursia) 16 voti e infine Alberto Cavanna con "A piccoli colpi di remo" (Arte Navale) con 6 voti. Si è così conclusa la bella manifestazione "Nove giorni di libri" e con essa anche l'attesissimo Premio Bancarella. La serata, presentata da Letizia Leviti, si è svolta di fronte a una Piazza della Repubblica gremita di persone, accorse da tutta la Toscana e oltre. Un piccolo fuoriprogramma: a causa della pioggia la serata, ha dovuto trasferirsi in piazza Duomo, coperta da un maxi-gazebo. Mauro Corona si è schermito di fronte alla vittoria dicendosi di non rendersi neanche conto del perché il suo libro sia finito nella sestina dei finalisti. Poi l'omaggio ai librai e ai bancarellai dei libri, definiti dallo scrittore-montanaro «Gli sherpa degli scrittori».

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Tirreno
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.