Menu

Domattina l’esposizione nel Duomo cittadino

Madonna del Popolo, per la prima volta saranno visibili le due corone d'oro

 CARRARA. Evento straordinario domattina in Duomo. L'annuncia il parroco don Raffaello Piagentini: «Meminisse iuvabit"; "Chi dimentica il proprio ieri non ha un domani". Questi due concetti, distanti due millenni l'uno dall'altro, ci dicono che Virgilio e Montanelli ci presentano la stessa verità incontestabile. È quanto vorremmo proporre ai carraresi con la solennità della Madonna del Popolo che celebreremo domani, domenica alle 10,30 con riferimento al voto espresso nell'immediato dopoguerra e sciolto nel 1950, e all'incoronazione dell'Effigie realizzata nel 1961. A quest'ultima - prosegue don Raffaello - viene aggiunta un'altra iniziativa: verranno esposte le due corone auree di raffinata fattura artistica unitamente ad altri "pezzi" preziosi. Pensiamo che sia un doveroso amaggio ai nostri concittadini, testimoni dell'immane orrido abisso in cui cadde l'umanità nell'ultimo conflitto e dal quale Carrara fu miracolosamente e relativamente salvata e risparmiata rispetto ad altre città
anche della Toscana. E vuol essere anche un doveroso atto di di riconoscenza e gratitudine a tutti coloro che, in forza della loro fede, cooperarono a mettere insieme la materia prima e all'orafo Mario Bruno Rolla che con raffinatissima, magistrale abilità artistica ha realizzato le due corone».

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro