Quotidiani locali

Precipita e muore giovane operaio

Cede di schianto il pilastro a cui era agganciato per installare una videocamera

 SARZANA. Morto sul colpo dopo un volo di circa 6 metri: la vita di Federico Severino, 30 anni compiuti lo scorso 3 novembre, si è spezzata attorno alle 10,30 di ieri mattina mentre il giovane era intento nel suo lavoro di elettricista.  Il pilastro in cemento a cui aveva agganciato l'imbracatura di sicurezza ha improvvisamente ceduto, facendo precipitare il tecnico elettricista che stava posizionando l'antenna di una videocamera per l'impianto di sicurezza dell'area ferroviaria di fronte alla stazione.  La caduta non ha lasciato scampo allo sventurato elettricista, originario di Carrara ma residente nel Comune di Fosdinovo, in via Isolone.  Uno dei datori di lavoro, Michele Bagnone, che stava sorreggendo la scala su cui era salito Federico Severino ha assistito, impotente, alla scena. Subito ha prestato soccorso al collega, allo stesso tempo telefonando al 118. Ma per il poco più che 30enne elettricista ormai non c'era più nulla da fare.  Devastante l'impatto con la massicciata ferroviaria, accresciuto dal peso dell'attrezzatura tecnica indossata dal Federico che, di certo, ha appena avuto il tempo di rendersi conto di cadere nel vuoto.  Sul posto sono immediatmente accorsi i sanitari del 118, constatando purtroppo il decesso del giovane. Subito sono state avvisate le forze dell'ordine, Polfer in primis, dato che il punto dove è avvenuto l'incidente rientra nell'area ferroviaria che circonda la stazione di Sarzana.  Il corpo dello sventurato elettricista è stato pietosamente coperto con un telo bianco mentre gli inquirenti eseguivano rilievi. Sul posto è anche arrivato personale dell'ispettorato del lavoro per gli accertamenti previsti dalle legge.  Federico Severino era da anni dipendente della ditta Bagnone Michele & Matteo, che ha sede legale in via Aurelia, nei pressi di Sarzana.  L'azienda si occupa di montaggio e riparazione di impianti elettrici e installazioni varie. Federico era considerato esperto e scrupoloso nel suo lavoro che svolgeva da oltre dieci anni.  Anche ieri mattina, come procedura impone, aveva indossato l'imbracatura di sicurezza prima di salire su quel pilastro che, un attimo dopo, ha improvvisamente ceduto, rendendo inutile l'ancoraggio alla stessa struttura in cemento precedentemente effettuato da Federico Severino.  Il giovane elettricista è caduto pesantemente al suolo e forse è stato anche colpito da pezzi del pilastro che si è sbriciolato in diversi pezzi.  Federico Severino, figlio unico, lascia i genitori, Piera ed Ermanno (dipendente del Comune di Fosdinovo), oltre alla giovane moglie, Cristina Yuki Ciari con cui si era sposato lo scorso ottobre.  Per tutta la giornata di ieri presso l'abitazione dei genitori di Federico, nei pressi del centro storico di Fosdinovo, c'è stato un mesto pellegrinaggio di parenti e amici, tra cui il sindaco, Massimo Dadà, da sempre amico di famiglia.  La data dei funerali non è stata ancora stabilita. Saranno necessari alcuni giorni per effettuare tutti gli accertamenti di rito prima della concessione del nulla osta.

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista