Quotidiani locali

Marina di Massa

Sparano due colpi a prostituta

Pensavano che i colpi esplosi dalla pistola fossero a salve, invece sulla Yaris Toyota di un giovane carrarino c'era i fori di due proiettili. Così per una coppia di fidanzati massesi è scattato l'arresto con la pesantissima accusa di tentato omicidio

MARINA. Pensavano che i colpi esplosi dalla pistola fossero a salve, invece sulla Yaris Toyota di un giovane carrarino c'era i fori di due proiettili. Così per una coppia di fidanzati massesi è scattato l'arresto con la pesantissima accusa di tentato omicidio.

Una vicenda che ha dell'incredibile quella capitata nella nottata tra giovedì e venerdì. i carabinieri della compagnia di Massa e della stazione di Montignoso, hanno arrestato una coppia di fidanzati, incensurati, (27enne residente a Massa lui, 25enne di origine siciliana lei), per tentato omicidio e danneggiamento in concorso. Tutto è scaturito dopo una lite per futili motivi scoppiata tra i due ed una prostituta di nazionalità albanese M. X. di 33 anni.
Il caso esplode intorno all'una. La giovane coppia, esce da un noto locale sul lungomare di Marina di Massa dopo aver trascorso la serata. «Un incrocio di sguardi in tralice tra le due donne, vola qualche parola di troppo e si accende un diverbio con urla e minacce». Così scrivono i carabinieri: la causa scatenante sarebbe quindi uno sguardo di troppo?
Si intromette nella discussione anche l'uomo in appoggio alla compagna e la donna albanese, chiama a sua volta in aiuto un suo amico, altro giovane massese.

Dalle parole ai fatti il passo è breve, qualche spintone ed infine un danneggiamento all'automobile, un colpo con un martello al centro del cofano che avrebbe fatto perdere la ragione alla coppia.
I due tornano a casa, in centro a Massa e, dopo aver preso una pistola, regolarmente detenuta per fini sportivi, tornano sul luogo della discussione con l'intento di regolare i conti, ma la prostituta è salita sull'auto del giovane massese che, ignaro, sta già viaggiando verso Marina di Carrara.
I due fidanzati, si pongono all'inseguimento, e li raggiungono in piazza Ingoldstadt, davanti a un noto pub.
La discussione si riaccende con toni ancora più violenti: dopo il volo di qualche bottiglia di birra vuota, infrantasi sulla carrozzeria della macchina degli inseguitori, la giovane siciliana afferra la pistola semiautomatica del compagno ed esplode due colpi, ad altezza uomo.
A questo punto la vettura degli inseguitori sgomma e si dà alla fuga condotta dall'uomo.
Sono i clienti del pub che scoprono che quei colpi sono tremendamente veri. Parte la richiesta di intervento ai carabinieri che si sono posti sulle tracce dei fidanzati massesi, subito individuati ed arrestati.

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Tirreno
e porta il cinema a casa tua!3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.