Quotidiani locali

LA PROPOSTA DA AREZZO 

La Cava aveva richiesto al ds l’inversione del campo

LUCCAL’Arezzo, che ha festeggiato la scorsa settimana il 95esimo anno dalla fondazione, voleva giocare domenica. Giorgio La Cava, presidente del club amaranto che avrebbe voluto entrare a far parte...

LUCCA

L’Arezzo, che ha festeggiato la scorsa settimana il 95esimo anno dalla fondazione, voleva giocare domenica. Giorgio La Cava, presidente del club amaranto che avrebbe voluto entrare a far parte dell’As Lucchese Libertas, si è rotto le scatole di questi rinvii causati da una Federazione che mostra quotidianamente la sua incapacità, ed era disponibile anche ad invertire i campi pur di iniziare il 16 settembre: «La Lucchese ha problemi legati alla rizollatura del campo? Siamo disponibile all’inversione: domenica si gioca ad Arezzo, la prima di ritorno al Porta Elisa. Ne ho già parlato con il ds Obbedio. Lui sarebbe pure d’accordo, ma non ha potere decisionale e sarà la Lucchese, squadra ospitante, a decidere entro mezzogiorno e a comunicarlo eventualmente alla Lega Pro. Giocare di mercoledì in concomitanza con la Champion’s penalizzante per le tifoserie e per il botteghino. Spero che prevalga il buon senso. Uno stadio semivuoto è uno spettacolo desolante». Tre partite ufficiali, tre sfide tra Arezzo e Lucchese. «E non abbiamo ancora vinto: un pari, una sconfitta e fuori dalla Coppa Italia. Ma sono fiducioso. Dal Canto è un ottimo tecnico sul piano umano,

mentale e professionale. Una grande persona prima che un ottimo allenatore. La squadra si è rafforzata con Pelagotti, Pelegatti, Borghini, Salifu e Burzigotti sta meglio e Brunori Sandri deve solo sbloccarsi. Occhio anche ai nostri gioiellini Njee e Persano, stupiranno tutti». —

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro