Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

GhiviBorgo, avvio con il botto contro l’ex Venturi

Domenica 16 settembre l’esordio contro l’Aquila Montevarchi. Capitan Nolé: «Occhio a Gavorrano e Ponsacco»

GHIVIZZANO

Esordio subito contro l’allenatore della passata stagione: il primo turno di campionato (inizio 16 settembre) del GhiviBorgo sarà subito in casa dell’Aquila Montevarchi, guidata da Simone Venturi che bene ha fatto nella passata stagione ottenendo una salvezza anticipata. Con lui anche il trequartista Masini, che ha seguito il tecnico nell’aretino. La prima in casa (ancora a Bagni di Lucca) vede subito la sfida più sentita in Media Valle: il 23 settembre arriverà il Viareggio, con cui il GhiviBorgo ha condiviso il salto in alto di categoria dall’eccellenza alla serie D ormai quattro stagioni orsono. Il campionato, 20 squadre, prevede quattro turni infrasettimanali per poter chiudere il 5 maggio 2019. Il primo di questi il 26 settembre, quando i ragazzi di Guido Pagliuca affronteranno il Seravezza dell’ex Walter Vangioni. La rivincita di Coppa Italia contro il Tuttocuoio già affrontato due settimane orsono ci sarà alla quarta giornata (30 settembre). La trasferta più lontana a Bastia Umbra sarà il 2 dicembre (quindicesima di andata). Ci sono poi le sfide contro le due squadre rappresentanti capoluoghi di provincia quali Prato (undicesima giornata, andata al Lungobisenzio) e Massese (diciassettesima giornata, andata in terra apuana il 12 dicembre). La situazione di crisi societaria che stanno attraversando gli apuani e i pratesi non distoglie l’attenzione di Matteo Nolé dagli obiettivi del GhiviBorg. Il capitano centrocampista, dal lato della sua lunga esperienza in questi campionati (oltre 440 presenze tra C e D con Sansovino, Tuttocuoio, Poggibonsi e Lucchese) è chiaro sugli obiettivi della squadra: «Prato e Massese sono due formazioni comunque di valore. A volte certe formazioni trovano energie proprio nei momenti peggiori. Non dobbiamo guardare le altre formazioni, ma badare a noi stessi, a fare gruppo, a seguire i dettami di Pagliuca e i risultati arriveranno. Il campionato di serie D offre più che altrove sorprese inaspettate a fine stagione. Partiamo con l’obiettivo di fare bene, senza però farci illusioni ma senza nemmeno precludersi niente. Il Ponsacco è una squadra organizzata, con un valido allenatore, mentre il Gavorrano potrebbe avere la rabbia di chi è caduto in Serie D dopo aver giocato in Lega Pro. Lo scorso anno il girone è stato vinto da una neo promossa, potrebbe essere anche l’Aglianese fresca del successo in eccellenza la squadra da battere». Guido Pagliuca parla poco dei calendari. Tornerà a Forte dei Marmi contro il Real che fu “suo” alla tredicesima di andata il prossimo 18 novembre. Il tecnico vede tra le favorite proprio il Montevarchi, avverso al debutto: «Insieme a Gavorrano, S. Donato e Ponsacco potrebbe essere una lieta sorpresa. Preferisco però badare alla squadra; dobbiamo crescere di condizione e perfezionarsi dal punto di vista tattico. Se faremo bene questo, potremmo dire la nostra contro chiunque». —