Quotidiani locali

Tau-Inter, insieme per altri tre anni È festa con Gigi Simoni e le giovanili

Rinnovato l’accordo con la società nerazzurra. L’ex tecnico su CR7: «Un grande campione, ma tengo il mio Ronnie»

ALTOPASCIO

Amaranto e nerazzurri, un matrimonio felice che continuerà. Inizia con una splendida notizia la stagione 2018-2019 del Tau Calcio Altopascio. Mercoledì, nel giorno della presentazione ufficiale delle squadre che fanno parte della galassia Tau, la società del presidente Antonello Semplicioni ha ufficializzato il prolungamento del sodalizio con l'Inter che proseguirà fino al 2021. Un segnale importante che dimostra come il lavoro svolto dal Centro di formazione sia stato apprezzato anche a Milano. Un attestato di stima che solo tre società in tutta Italia possono vantare, confermato anche con l'esperienza della Scuola Calcio Inter: quella del Tau al Centro Vignini di Lucca è una delle poche esistenti in Italia (in tutto il paese ce ne sono 7).

La giornata di ieri è stata una vera e propria festa dello sport con tantissimi ragazzi, circa 500, insieme alle loro famiglie tutte riunite allo stadio di Altopascio per celebrare l'inizio della stagione, insieme ad ospiti d'eccezione come Gigi Simoni.

Una giornata da ricordare per i ragazzi e i bimbi del Tau Calcio che hanno potuto vedere da vicino uno degli allenatori vincenti dell'Inter: Simoni, icona storica del calcio, è il tecnico della prima vittoria dell'era del presidentissimo Massimo Moratti. Il signore della panchina ha presentato il suo libro “Simoni si nasce” durante un talk show che si è svolto al centro del campo in sintetico della società di calcio giovanile di Altopascio. Con lui sul palco - oltre agli autori della biografia Luca Tronchetti redattore de Il Tirreno e Luca Carmignani - c'erano Francesco Ciccio Colonnese, uno dei pupilli del tecnico, che con lui ha vinto in maglia nerazzurra la Coppa Uefa nel 1998; Vittorio Tosto, responsabile del centro Vignini e Fiondella e fedelissimo di Simoni nel Napoli e Raffaello Vescovi, classe 1940, ex difensore di A e B con Cagliari e Brescia e compagno di squadra del gentleman della panchina con le rondinelle dal 1969 al 1971. Un'ora di piacevole conversazione - condotta dal giornalista Lodovico Poschi Meuron - in cui si è parlato del calcio romantico degli anni Settanta e Ottanta, dell'Inter di Simoni e dell'importanza dei settori giovanili in Italia. Argomento di discussione anche l'approdo in Italia di Cristiano Ronaldo messo in contrapposizione con un altro Ronaldo - il Fenomeno - sbarcato nell'Inter vent'anni fa e che Simoni ebbe il piacere e l'onore di allenare. «Sicuramente un colpo importante per tutto il movimento italiano. Due giocatori diversi: il mio Ronaldo era un talento puro. Istintivo, altruista, esplosivo. CR7 è un grandissimo campione, capace di sfoderare un repertorio vastissimo. Forse è più costruito con il lavoro quotidiano. Ma io mi tengo il nostro Ronnie».

Bello anche l’incontro tra Simoni e il suo ex difensore Colonnese, che su Instagram ha commentato così il faccia a faccia: «Passare una giornata insieme a te, caro mister, mi ha fato quella serenità e quella gioia che trasmettevi a tutti noi giocatori prima di scendere in campo. Sei l’emblema del calcio pulito di tutti quei valori che ci chiedevi, in campo e fuori, per onorare la maglia che abbiamo avuto il privilegio di indossare».

Al termine della presentazione il sindaco di Altopascio, Sara D'Ambrosio, ha consegnato una targa ricordo all'ex allenatore dell'Inter e tante altre squadre che detiene il record italiano di campionati di serie B conquistati (7). Prima della sfilate delle 23 squadre del Tau e dei centri di formazione, il responsabile del vivaio dell'Inter, Roberto Samaden, e l'osservatore Giuseppe Giavardi sono saliti sul palco in compagnia di Antonello Semplicioni e Manuel Vellutini, annunciando il rinnovo di contratto stipulato tra Tau e Inter per altri tre anni e quindi sino al 2021.

«Il Tau è un punto di riferimento importante per noi - ha detto Roberto Samaden, responsabile del settore giovanile della società milanese presente ieri ad Altopascio -. Qui si fanno le cose per bene ed è un piacere quindi proseguire insieme in questo percorso che speriamo possa continuare a darci reciproca soddisfazione».

A parlare degli obiettivi per la prossima stagione è stato invece il vice presidente Manuel Vellutini: «Questa collaborazione con l'Inter per noi è molto importante perché ci permettere di far crescere qualitativamente il nostro parco sia di tecnici che di giocatori. L'obiettivo per questa stagione è ovviamente quello di far crescere i nostri ragazzi, di farli maturare sotto il profilo umano e farli migliorare nel gioco del calcio. Vincere qualche competizione poi ci farebbe piacere».

Dopo il momento simbolico della firma sul rinnovo della collaborazione tra amaranto e neroazzurri è stata poi la volta dei ragazzi, con le varie realtà della galassia Tau che hanno sfilato davanti ai tifosi e che si sono prestate alle foto di rito, per un inizio di stagione davvero in grande stile. E c'erano proprio

tutti: dal Lucca Academy Tau, nato dal sodalizio tra Tau e Aquila Sant'Anna, alla Scuola Calcio Inter con il centro sportivo Sandro Vignini; dall'Academy Tau di Badia Pozzeveri al Tau-Centro di formazione Inter di Altopascio. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI



TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro