Quotidiani locali

CALCIO/PROMOZIONE 

Contadini guiderà il Castelnuovo «Vogliamo lanciare tanti giovani»

L’ex calciatore professionista che ha toccato anche la serie A con il Perugia di Mazzone e Gaucci sostituisce in panchina Tazzioli autentico totem del club gialloblù

CASTELNUOVO

È Riccardo Contadini il nuovo allenatore del Castelnuovo. La notizia era nell'aria già da qualche giorno ed è divenuta realtà dopo il mancato accordo con Fabrizio Tazzioli. La società ha organizzato subito la presentazione ufficiale, avvenuta ieri sera, affidando le chiavi del Castelnuovo all'ex calciatore (44 anni) che pochi mesi fa si era seduto sulla panchina della Juniores regionale sostituendo Daniele Compagnone. Per Contadini si tratta del primo incarico da allenatore di una squadra senior dopo una breve parentesi al Barga. Dopo Tolaini, lascia anche l’attaccante Francesco Nardi che si accasa all’Urbino Taccola.

La carriera da calciatore di Contadini, nativo proprio di Castelnuovo e originario di Villa Collemandina, lo ha visto girovagare tra varie piazze del mondo del professionismo sino a toccare la serie A con un contratto ottenuto dal Perugia di Gaucci effettuando però solo la fase di preparazione all'Intertoto con Carlo Mazzone per poi passare al Viterbo con Carolina Morace allenatore. A fine carriera il ritorno in Garfagnana prima con la maglia gialloblù e poi in altre squadre in categorie minori. Ha avuto maestri importanti visto che è stato allenato da nomi come Lippi, Scoglio, Fascetti, Braglia e Di Carlo. Contadini era entrato nel novero dei possibili sostituti di Edoardo Micchi al momento dell'esonero, ma allora la società preferì una guida più esperta come Tazzioli.

Adesso che però il progetto può ripartire dall'inizio, i due neo presidenti Franco Becarelli e Paolo Lenzi non hanno avuto dubbi nel concedere la chance a Contadini. «Dopo alcune settimane da allenatore da Juniores, abbiamo pensato a lui per la nuova stagione - dicono i presidenti - ha accolto con entusiasmo la nostra proposta perché per lui è sicuramente una grande occasione. È una sfida così come abbiamo già fatto in passato con altri allenatori che abbiamo lanciato nel mondo dei dilettanti. Siamo contenti di questa scelta, vogliamo puntare ai nostri giovani e abbiamo scelto un tecnico con grandi qualità umane e una importante esperienza calcistica. Vogliamo pensare ad un percorso di crescita che non si fermi a questo anno». «Non ci ho pensato molto - sorride Contadini - mi trovo in una società blasonata e tanti vorrebbero essere al mio posto. Spero di non deludere. La squadra? Vogliamo ripartire dal gruppo dello scorso anno e tutti dovremo dare il 120%. Obiettivo? Fare un buon campionato e togliersi qualche soddisfazione e magari

lanciare qualche giovane».

Probabilmente la squadra sarà rinnovata e con valori tecnici inferiori - dice il ds Valiensi - ma con altre caratteristiche. Il lavoro sarà duro, ma abbiamo scelto la persona giusta». Nei prossimi giorni sono dunque attese novità di mercato. —

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro