Quotidiani locali

Più di un migliaio di podisti tra le bellezze della natura

Buon successo per la 28ª edizione della Marcia tra le colline del Compitese Un’altra giornata all'insegna dell'amicizia e della vita all’aria aperta

CAPANNORI. Erano in 1. 100 i podisti che ieri non hanno voluto rinunciare alla settimanale marcia inserita nel programma del Trofeo Podistico Lucchese. Una numerosa flotta di appassionati ha preso parte alla 28ª edizione della Marcia tra le Colline del Compitese, organizzata dal Gs Castelvecchio di Compito, per far risaltare l’aspetto naturalistico e paesaggistico del percorso di libera scelta fra 3-6-11 e 14 chilometri.

Di corsa tra la natura. La partenza e l’arrivo erano fissati in Via della Dogana, di fronte al campo sportivo di Castelvecchio di Compito dove era allestito anche un maxi ristoro per tutti i partecipanti. Nel Compitese regge ancora la tradizione contadina: ci sono vaste pianure e coltivazioni di ortaggi, ma anche colture floreali. I partecipanti alle gare più lunghe si dirigevano verso il lago di Bientina, oggi quasi del tutto prosciugato, inoltrandosi nei sentieri paludosi per poi dirigersi verso il paese di Castelvecchio di Compito, raggiungendo il Borgo collinare salendo sulle strade sterrate e sui prati solcati da piccoli sentieri e strade erbose abbandonate e dimenticate, ma non certo dai podisti di questa marcia ludico motoria che salivano con divaganti chiacchierate tra amici che si erano dati appuntamento per una giornata a contatto con la natura e all’aria aperta, fermandosi a sorseggiare un po’ di thé nei punti di ristoro allestiti lungo il percorso.

Tradizione antica. In queste zone regge ancora la solidarietà nel contribuire a fare della marcia podistica annuale un momento di relax gradito. Per questo le varie famiglie di Castelvecchio si sono adoperate per arricchire i punti di ristoro, offrendo torte fatte in casa come una volta, morbide e fragranti, riprese dalla tradizione contadina, ma anche per preparare composte da spalmare sulle stesse torte e sulle bruschette. Il presidente del Gs Castelvecchio è Filippo Marcheschi, che riveste la carica dal 2008: «Oggi era la prima giornata da mare, per questo tanti podisti hanno preferito andare verso il litorale, ma comunque siamo soddisfatti del numero di partecipanti che abbiamo gestito in sicurezza. Fino al 2017 avevamo anche una squadra calcistica in terza categoria. Da un anno abbiamo interrotto l’attività che ci impegnava molto anche a livello economico. L’utile di questa marcia lo investiremo sulle tensostrutture da allestire nell’area degli impianti sportivi per promuovere programmi e incontri con i residenti di Castelvecchio e che rappresenti una valvola di sfogo ricreazionale».

Pacchi regalo. A tutti i partecipanti è stato donato un pacco regalo, ma in questa occasione la sorpresa non erano i consueti generi alimentari, bensì oggettistica e porta pentole per la casa, assieme a un pacchetto di fazzoletti di carta. Ai gruppi più numerosi invece venivano consegnati vasi e anfore in terra cotta per arredare giardini, terrazze ed esterni, particolarmente graditi in questo periodo dalle famiglie che si adoperano per rendere lo spazio verde sempre più rigoglioso

e confortevole.

Anche questa settimana il gruppo più numeroso agli effetti della classifica del Trofeo Podistico Lucchese è risultato l’Atletica Porcari, come già avvenne la scorsa settimana nella 38ª marcia dello Zappello a Gallicano.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro