Quotidiani locali

Stadio, iscrizione e nuovo tecnico Lucchesi già al lavoro

Il nuovo dg conta di risolvere le urgenze in due settimane Toto allenatore: tra Petrone e Menichini spunta D’Angelo

LUCCA. Un weekend di lavoro per il direttore generale Fabrizio Lucchesi. Le scadenze incalzano, dallo stadio passando per la domanda di iscrizione, fino alla parte sportiva con la scelta del nuovo allenatore, il futuro del diesse Obbedio (ancora sotto contratto), le voci sull’arrivo di Pietro Tomei e la sede del ritiro precampionato.

Stadio. Mille posti in più in curva Ovest. È questa la richiesta che la Lucchese nella prossima settimana inoltrerà a Comune, Questura e Prefettura. L’obiettivo, annunciato dal dg Lucchesi, è redistribuire i posti per avere più tifosi nel settore più caldo e popolare del tifo rossonero. L’attuale capienza della curva è di 1080 unità che dovrebbe essere portata a 2080 (forse 2136) togliendo questi mille posti alla gradinata. Un “travaso” necessario per non sforare la capienza complessiva di 7450 spettatori. Operazione già fatta in occasione della sfida playoff contro il Parma e nel derby col Pisa nell’ultima stagione. Ma stavolta la società rossonera vorrebbe farla diventare “strutturale”, venendo incontro alle sollecitazioni dei tifosi.

Le scadenze. Entro il 20 giugno la società rossonera deve provvedere ad inviare alla Lega Pro la licenza amministrativa che attesta la disponibilità dello stadio nel rispetto dei criteri infrastrutturali previsti dalla Lega di C. Si tratta di piccoli interventi a carico del Comune per garantire la piena agibilità dell'impianto ed evitare il rischio di giocare in campo neutro. Rinviato invece alla stagione 2019-2020 il potenziamento dell’illuminazione. Entro il 26 giugno la nuova proprietà dovrà pagare stipendi e contributi ai tesserati (circa 300mila euro), mentre il 30 giugno è il termine per l’iscrizione al campionato. Lucchesi dovrà inoltre iniziare a organizzare il settore giovanile che vive l’ennesima rivoluzione. Le squadre saranno ridotte a quattro (il responsabile del vivaio sarà Massimiliano Boccaccio) e ci sono da fare lavori al centro sportivo dell’Acquedotto. La nuova Lucchese targata Grassini-Lucchesi si trova davanti a scadenze improrogabili. «Sarà una corse a tappe – dice il dg rossonero che ieri ha trascorso la giornata con i dipendenti della società per portare avanti tutti gli adempimenti necessari all'iscrizione al campionato e verificare i problemi infrastrutturali dello stadio - Già da lunedì inizieremo gli incontri istituzonali, chiedendo un appuntamento con il sindaco, il prefetto e il questore per presentare la nuova proprietà e iniziare a definire le questioni, a partire dallo stadio. Poi l’incontro con i vertici della Lega. Parlerò con Obbedio e sceglierò il nuovo tecnico, penso già nella settimana».

Capitolo allenatore. Il dg Lucchesi ha definito il profilo del successore di Lopez (verso l’Alessandria), ovvero «un tecnico esperto per la categoria e adatto a una piazza come Lucca». Mario Petrone rientrerebbe tra i papabili qualora decidesse di non accettare la proposta biennale del Pisa. Leonardo Menichini

è un altro nome caldo. Sono rimbalzati anche i nomi di Alfredo Aglietti, Alberto Cavasin e Attilio Tesser. Il portale Tuttoc ha fatto il nome di Luca D'Angelo, nell’ultima stagione alla Casertana. Ma al momento non c’è nessuna certezza.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro