Quotidiani locali

Lucchese, la tifoseria incontra Grassini

Lucca United e Micheloni schierati con il nuovo acquirente. Moriconi modifica una clausola del contratto e attende sviluppi

LUCCA. Prove tecniche di distensione per capire se giovedì pomeriggio il tanto atteso incontro dal notaio Alfredo Mandarini di Siena per il closing si farà, verrà rimandato in attesa di ulteriori verifiche o chiarimenti oppure salterà definitivamente. La tifoseria - da Lucca United a La Meglio Gioventù passando per i club storici come Camigliano - è in fermento e ieri pomeriggio una delegazione con il socio e responsabile dello Slo, Moreno Micheloni, si è diretta alle porte di Firenze per incontrare Lorenzo Grassini e ottenere le rassicurazioni necessarie in modo da superare l’attuale momento di impasse. Proprio nel tentativo di venire incontro alle esigenze della parte acquirente, l’attuale socio di maggioranza Arnaldo Moriconi, di concerto con il suo legale Marco Antonio Gambardella, ha deciso di soprassedere e quindi di eliminare dalla bozza di contratto, modificandolo, la parte che scaricava sull’acquirente la responsabilità di eventuali sopravvenienze passive, anche di natura sportiva, derivanti dai diritti che possono vantare società professionistiche e dilettantistiche in merito ai piani di preparazione, di indennità di formazione. Resta ferma - oltre al prezzo d’acquisto e quindi di vendita - anche la richiesta all’atto della stipula del contratto di fronte al notaio della presentazione di un assegno circolare di 350mila euro a garanzia del deposito in Lega Pro di una polizza fidejussoria del medesimo importo che deve sostituire nei 30 giorni, a decorrere dal 26 aprile, la vecchia polizza già depositata dall’As Lucchese Libertas 1905 srl per l’iscrizione al campionato di calcio di serie C 2017-2018 su cui avevano fornito garanzie personali 5 soci dell’attuale compagine. Una conditio sine qua non e non solo per Arnaldo Moriconi. Questa modifica tecnica è stata inviata per pec al legale di Grassini, avvocato Duccio Bari di Siena. Se verrà accolta l’incontro in programma domani pomeriggio dal notaio si terrà regolarmente. Altrimenti il venditore resterà a casa.

LA PAROLA A MICHELONI

Una situazione che preoccupa la tifoseria. Non ci gira intorno il tifoso Moreno Micheloni, socio della Lucchese e vicepresidente di Lucca United, che ha il termometro dei tifosi. «Quello che abbiamo letto sui siti e giornali, ovvero la versione di Moriconi, non corrisponde alla realtà che conosco io. La bozza di contratto era diversa e non prevedeva clausole particolari per la fideiussione, per la quale non servono penali, e soprattutto per quanto riguarda i debiti pregressi, per i quali se ne fossero risultati ulteriori, sarebbero rimasti a carico del venditore e non dell'acquirente. Lorenzo Grassini, da quando mi risulta, era venuto incontro anche a altre situazioni che si erano manifestate in questo mese, arrivando ad esporsi per ulteriori importi rispetto a quelli iniziali (45 mila euro). In queste ore esponenti del tifo hanno avuto un incontro con Moriconi, che non ha avuto un riscontro positivo, ma anche con Grassini». Abbiamo chiesto a Micheloni una bozza del contratto che lui ha visto e che è diverso da quello inviato da Moriconi. Attendiamo di riceverla.

BONIFICO A MAGGIO

È bene chiarire tuttavia che - come da accordi notarili

- anche nel caso in cui la trattativa andasse a buon fine e le parti firmassero davanti al notaio il passaggio del denaro ci sarebbe il 4 o forse il 7 maggio salvo imprevisti visto che sono sempre possibili in questi casi e quando si tratta di spostare denaro dall’estero all’Italia.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro