Quotidiani locali

Una squadra in cerca di un nuovo assetto con un roster corto

Perso Vannini Altopascio ha dovuto cambiare pelle e adesso la classifica alle spalle comincia a preoccupare

ALTOPASCIO. Con un Vannini in meno e un Lorenzi in più il Bama è una squadra che è stata costretta cambiare pelle nel corso della stagione e deve ancora trovare il giusto assetto. Viene da 4 sconfitte di fila che l’hanno fatta precipitare al nono posto, appena fuori dalla zona playoff e con un occhio molto attento a quello che succede dietro nella lotta alla salvezza, sapendo che con otto giornate ancora da giocare tutto può ancora accadere. Sono queste le premesse che accompagnano i rosablù al derby di domani contro la Geonova.

«È una stagione difficile – spiega coach Maurizio Romani - sapevamo fin dall’inizio che il campionato sarebbe stato di livello superiore rispetto alle ultime edizioni e strada facendo lo è sempre di più perché le squadre si rinforzano e sono sempre più competitive. Stiamo pagando molto quello che ci è capitato da dicembre in poi, quando oltre a una serie di infortuni abbiamo perso Vannini, il nostro giocatore più importante, primo nei rimbalzi e nei punti segnati. Nel breve siamo riusciti a tamponare la situazione vincendo con Pontedera ed Empoli, poi abbiamo dovuto iniziare a fare i conti con un roster già corto. Nei nostri piani Lorenzi era venuto per dare un contributo dalla panchina, ora tutti gli equilibri sono cambiati. È ovvio che passiamo un momento difficili in cui abbiamo ricalibrato tutti gli obiettivi pensando a una probabile post season passando per i playout e facendo salti mortali contro avversai che sono più grossi di noi». Il Bama però finora ha giocato alla pari con tutte le squadre, anche domenica ha perso a Siena una gara di grande qualità sbagliando due palloni clamorosi per il -2 nel finale.

«Abbiamo continuità e solidità che ci hanno sempre permesso di uscire a testa alta. Ora i giocatori devono tenere l’emetto in testa e venire fuori da questa situazione che si è complicata per fattori esterni». Domani la sfida alla Geonova, una delle forze di questo campionato di C Gold: «Lucca si è presentata quasi con lo stesso gruppo dello scorso anno e un innesto di lusso come Romano, che è capocannoniere del campionato e uno dei migliori rimbalzisti. Giocano quasi a memoria con lo stesso allenatore da tanti anni. Hanno talento e un giocatore super come De Falco che dà la possibilità agli altri di avere rendimenti straordinari. Loni si sposa molto bene con queste caratteristiche

e ha un grandissimo impatto. Infine bisogna smettere di pensare a Del Debbio come a un ragazzo del ’99 perché ha qualità e l’esperienza di un veterano. Non hanno molti punti deboli ma all’andata, senza di me che ero convalescente, abbiamo sfiorato l’impresa. Ci proveremo di nuovo».

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro