Quotidiani locali

Ciocchetto, tanti rivali per Andreucci

Il campione italiano a caccia del quarto titolo. Ma la concorrenza è di qualità

BARGA. Saranno tanti i rivali di qualità per Paolo Andreucci alla ricerca del poker di successi nel 26° rally del Ciocchetto che si correrà sabato e domenica. Una promessa di grande spettacolo con il campione italiano e tante altre R5, cui contribuiranno i tanti “specialisti” del Ciocchetto, pur in gara con vetture meno potenti. Gara nella gara, la “Finale del Decennale”, sfida fra le Renault dei vari Trofei, qui presenti per festeggiare i dieci anni della collaborazione tra Renault Italia e il promoter Sport Team Equipment. E si affacciano al rally Il Ciocchetto anche le prime vetture storiche, dallo scorso anno ammesse con la importante novità di una classifica generale unificata tra tutti gli equipaggi iscritti e ammessi al via. Paolo Andreucci correrà assieme ad Anna Andreussi con la sua Peugeot 208 che ricorderà sulla fiancata il decimo titolo tricolore appena vinto. Ci sarà anche Paolo Ciuffi, anch’egli vincitore tre volte al Ciocchetto, su Skoda Fabia R5 per cercare, anche lui, il “poker”, facendo sedere al suo fianco il figlio Tommaso, giovane pilota emergente, quest’anno autore di una stagione da incorniciare. Un altro che ci tiene un sacco a vincere il rally Il Ciocchetto è “Ciava”, sempre protagonista su queste strade e, lo scorso anno, secondo nel rally e nel Master e avversario più ostico per Andreucci. Il pilota massese si presenta con Manfredi alle note e la Ford Fiesta R5, stessa vettura che utilizzerà un altro papabile per la vittoria, il giovane e veloce Luca Panzani, con Pinelli a leggere le note, in gara per testare il “pacchetto”, in vista del CIR 2018. Ha un conto aperto con il Ciocchetto dello scorso anno Rudy Michelini, al via deciso a prendersi la rivincita, al volante di una Peugeot 208 T16 R5, dove sarà l’esperto Sauro Farnocchia a “dettare” la strada. Atteso con grande curiosità su queste strade Riccardo Scandola, pilota di qualità, fratello e “diesse” di Umberto, protagonista di vertice nel Cir, ovviamente al via con la Skoda Fabia R5 e con navigatore d’eccezione Gianluca Fait, responsabile Service e Motorsport di Skoda Italia. Ultimo, per dovere di ospitalità, ma sempre competitivo sulle strade di casa, nel vero senso della parola, Andrea Marcucci, con Gonnella sul sedile di destra, a bordo di una Peugeot 208 T16 R5. Tutti equipaggi proiettati verso la vittoria nel rally e anche ad assicurarsi un posto nel Master Ciocchetto della domenica, pirotecnica conclusione della due giorni di rally natalizio al Ciocco. Tra gli outsider occhio a Federico Santini, con Romei, “dotato” di una Abarth Grande Punto S2000, ai giovani Denis Franchini, con Franceschini (Skoda Fabia S2000) e Luigi Marcucci, con Vellini (Peugeot 207 S2000), ma soprattutto a Federico Gasperetti, con il fido Ferrari, che ha abituato a super prestazioni anche con la Renault Clio R3C. La partenza
della prima tappa sarà data sabato alle 15 con arrivo alle 18.55, dopo tre passaggi sulle prove “College” e “Laghetto”. La seconda tappa scatterà domenica alle ore 7.30 con arrivo finale alle ore 11.15, dopo avere percorso tre volte la “Stadio” e la “NoiTV”.

Luca Dini

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon