Quotidiani locali

GhiviBorgo nella tana di Seravezza

Un derby quasi impossibile contro la formazione rivelazione della D degli ex Borgia e Vangioni  

LUCCA. Sarà dura, ma non mancheranno le motivazioni per affrontare una squadra sul proprio campo che fin qui sta facendo benissimo.

Il concetto che vuole esprimere mister Simone Venturi alla vigilia della sfida contro il Seravezza, matricola terribile che sta facendo benissimo e ben oltre le previsioni.

I problemi in casa GhiviBorgo non mancano, ma c’è la ferrea volontà dello staff tecnico di affrontare ogni situazione critica (squalifiche, infortuni, under in difficoltà di ossigeno) per una prova da grande squadra contro il Seravezza.

A poco servirà motivare i ragazzi in campo puntando sul desiderio di ben figurare al cospetto degli ex Walter Vangioni e Matteo Borgia, il pendolino della Media Valle che aveva fatto innamorare i tifosi del GhiviBorgo con le sue progressioni sulla fascia destra.

Vangioni ha avuto il merito di aver portato l’allora GS Ghivizzano dalla Prima Categoria all’Eccellenza, vincendo due campionati consecutivi; Borgia è stato due stagioni in Valle del Serchio (in Eccellenza e in serie D con mister Pacifico Fanani) ed ormai non ha nessun ex compagno ad eccezione di Antonio Barretta, perno della difesa dei colchoneros, viste le grandi rivoluzioni in tema di uomini della rosa.

Assenti sicuri del match su cui Venturi non potrà contare saranno Villagatti e Pagano, quest’ultimo ko per squalifica. Difficile il recupero di Chelini sulla destra: l’ex Viareggio continua con le sue difficoltà muscolari.

Affidamento massimo nei gol di Francesco Di Paola e nell’estro di Matteo Frati. In difesa occhio a Reider Rodriguez, fantasista sudamericano brevilineo e bravissimo tra le linee. In un vecchio match di Eccellenza contro il Castelfiorentino, i presenti al Carraia di Ghivizzano se lo ricorderanno benissimo.

Nel Seravezza nessuno parla di emergenza in difesa per la contemporanea assenza di Fiale, che ne avrà fino ad anno nuovo, e di Bresciani che nel pareggio interno con il Finale Ligure ha rimediato un giallo evitabile che lascia mister Valter Vangioni senza il suo motorino della fascia sinistra, ma i dubbi della vigilia ruotano attorno a questo reparto.

Il match è fissato alle 14. 30 al Buon Riposo di Pozzi.

Seravezza (4-4-2): Cavagnaro, Borgia, Moriconi, Syku, Fedi, Ramacciotti, Bedini (Biagi), Bortoletti, Benedetti, Granaiola, Rodriguez.

A disposizione: Pietra (00), De Wit (98), Bedini (99), Marchetti (99), Mancini, Bondielli, Nardini (99). All. Walter Vangioni.

GhiviBorgo (3-5-2): Cannella (98); Lecceti (98), Barretta, Diana; Marigliani (99), Zagaglioni, Rubechini, Michelotti, Bassano (99); Frati, Di Paola.

A
disp. Leon (98), Coselli (99), Leshi (99), Kalifa (99), Riccioli (98), Nottoli (99), Micchi (98), Villagatti. All. Simone Venturi.

Fischietto affidato a Simone Taricone di Perugia, assistito da Marco Toce di Firenze e Andrea Mancini di Empoli.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista