Quotidiani locali

basket maschile

La Geonova caterpillar schiaccia Livorno

I lucchesi vanno a vincere, anzi, a dominare, anche sul campo della fortissima Pielle, e continuano a volare solitari in vetta

LUCCA. Decima vittoria di fila in partite ufficiali, quinta in campionato, e con questi numeri la Geonova continua a volare in testa solitaria alla C Gold. Un risultato forse inatteso in estate, che viene impreziosito dalla stellare prestazione in casa della Pielle Livorno, corazzata annunciata del girone, che fa salire il borsino dei biancorossi. Al PalaMacchia sabato sera è finita 82-97 per i lucchesi, per niente intimoriti dal pedigree dei livornesi, vincitori della stagione regolare dello scorso anno e sconfitti solo in finale playoff, e poi protagonisti nel mercato con l’innesto di un big come Fiorello Toppo.

L’avvio è entusiasmante con un parziale di 0-8 che si trasforma in 2-12. All’apparenza sembra tutto facile ma i padroni di casa non ci stanno. Mettono in campo la loro fisicità e recuperano punto su punto impattando sul 24-24 alla prima sirena. Nel secondo quarto i lucchesi danno l’impressione di poter allungare in ogni momento ma stavolta è la Pielle ad andare avanti grazie a Toppo, Sidoti e Buzzo. La Geonova però non si scompone e risponde con Loni e De Falco, bravissimi a tenere agganciata la squadra nei momenti di difficoltà, così i padroni di casa si presentano avanti di un’incollatura all’intervallo. È nella ripresa che i lucchesi cambiano passo soprattutto in difesa, particolare che permette alla squadra di giocare sul velluto anche in attacco. Ancora una volta è Loni, sempre più maturo, assieme a Romano, a fare la differenza. Con loro Del Debbio gioca da protagonista prendendo rimbalzi e facendo girare la squadra, mentre Danesi infila tre triple che scavano il solco. La Geonova raggiunge anche i 25 punti di vantaggio mentre i padroni di casa iniziano ad affidarsi soprattutto alle iniziative personali e non al gioco di squadra. Sul 58-79 di fine terzo quarto l’incontro è ormai virtualmente chiuso con il Cmb che riesce a controllare e a tenere a distanza gli avversari, che perdono anche Toppo per raggiunto limite di falli. La Pielle dopo Agliana e Virtus Siena trova anche la terza sconfitta consecutiva mentre negli spogliatoi biancorossi si festeggia per la vittoria nello scontro diretto. Un ottimo viatico in vista del derby contro il Bama Altopascio, domenica prossima alle 18 al Palatagliate.

«Dal punto di vista offensivo abbiamo disputato una gara molto buona e continua – dice coach Piazza – lo testimoniano i 47 punti del primo tempo che poi sono diventati 97 alla fine. Frutto di tanti tiri puliti e ad alta percentuale anche contro soluzioni difensive differenti. In difesa invece non siamo stati troppo costanti e all’inizio non abbiamo rispettato il nostro piano subendo tante penetrazioni e sprecando tanto. Potevamo sicuramente essere avanti prima nel punteggio. Il break del terzo quarto viene fuori proprio dal cambio di atteggiamento che abbiamo avuto». Quanto al tipo di stagione che sarà, Piazza continua a mantenere i pronostici di inizio anno:
«Regna un grandissimo equilibrio ma Virtus Siena e Pino Firenze sono una spanna sopra tutte le altre, anche se abbiamo visto che possono anche perdere nella partita singola. Il livello è cresciuto, credo che tra la terza e la nona ci possano essere al massimo 4 punti di differenza».

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista