Menu

Altopascio diventa l’università dei portieri di calcio

Stage allo stadio comunale dal 16 al 27 giugno con uno staff di preparatori d’alto livello

ALTOPASCIO. Hanno già aderito dalla Bosnia e da diverse parti d'Italia all'iniziativa "Progetto portiere" che uno staff all'avanguardia, guidato da Francesco Farioli, un preparatore che si è laureato su questo tema ra in filosofia, ottenendo il prestigioso premio intitolato a Sergio Buso, svilupperà dal 16 al 27 giugno allo stadio comunale di Altopascio, gestito dal Tau Calcio.

Il comune di Altopascio ha voluto aderire a questa manifestazione , cogliendo l'occasione per conferire il prestigioso Tau d'Argento, una onorificenza riservata agli altopascesi che hanno onorato il nome del paese nella loro attività, a Pietro Carmignani, portiere campione d'Italia con la Juventus e giocatore ai massimi livelli oltre che, successivamente, tecnico capace e stimato. Carmignani riceverà questa onoreficenza dalle mani del sindaco Maurizio Marchetti, che saluterà i partecipanti al corso.

La particolarità di questo Progetto Portiere è la completezza delle tematiche inerenti il ruolo del portiere di calcio che verranno affrontate nelle dieci sedute di allenamento full immersion del corso. Infatti, oltre agli aspetti prettamente tecnici, trattati da Farioli insieme a Paolo Galardi e Paolo Tommei, ci saranno vere e proprie lezioni di uno staff medico composto dalla nutrizionista Elettra Terzani, la psicologa Francesca Lecce e l'osteopata Luca Barni. Ogni turno, composto di un massimo di 15 atleti dal 1995 al 2002, dura 5 giorni,

all'interno dei quali si svolgono le dieci sedute di allenamento, due al giorno. Durante la pausa pranzo le lezioni dello staff medico e le videoanalisi dei gesti e degli interventi del portiere, anche a livello tattico.

Per informazioni si può chiamare il numero di telefono 333-6326113

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro