Menu

Tosto, alla Fortis con umiltà

Dopo 300 gare tra i professionisti si cala in una nuova realtà

 LUCCA. Tre vittorie consecutive hanno portato il Lammari a ridosso della zona playoff. Non male per la squadra di Fracassi. Il Lammari Mario Micheli aveva dimostrato solidità difensiva e organizzazione di gioco fin dalla prima giornata di campionato (pareggio contro il Pietramarina), ma nel girone di andata era stato meno brillante in fase realizzativa, nonostante il grande lavoro dei vari Viviani, Galligani, Andreini e Nardi (Ramacciotti si è aggregato dopo).  La musica sta cambiando anche in attacco: la prova di Andreini nel turno infrasettimanale contro il Pro Livorno è stata maiuscola: il "Toro" ha sempre dato prova di grande corsa e duttilità tattica, adesso sta trovando il gol con maggiore insistenza. Ma un giocatore cresce con i compagni: e così Andreini condivide le gioie con altri due giocatori offensivi. Il primo è Nardi, che sta segnando con discreta continuità e si sta mettendo in mostra anche per il gioco aereo, per la tecnica e per la protezione spalle alla porta della palla.  Francesco Nardi è un giocatore importante: un'esperienza alla Lucchese con presenza anche in Prima Squadra e poi una parentesi al sud Italia in serie C. Dopo un anno a Marlia, dallo scorso anno è alla corte di Fracassi. C'è poi Emilio Viviani: a Lammari fin dai tempi della prima categoria, viene impiegato da Fracassi in diversi ruoli: dietro le punte o in fascia o come seconda punta, per lui non fa differenza. Viviani ha l'estro e la tecnica del fantasista, il tiro di un cecchino e la corsa di un esterno di centrocampo. Tutte qualità che lo portano a segnare e soprattutto a far segnare, senza alterare gli equilibri tattici voluti da Fracassi. Elia Galligani è stato meno continuo ma ha numeri di alta scuola. Può comunque esibire un'età anagrafica utile in Eccellenza (92), convocazioni in rappresentativa regionale Juniores e la realizzazione del gol fantastico contro il Pisa Sc, sicuramente uno dei gesti tecnici più riusciti di questo campionato. (m.c.)  LUCCA. L'ultimo arrivato in casa Fortis Lucchese è un calciatore che non necessita di presentazione. Vittorio Tosto è decisamente il giocatore che nell'intero campionato toscano ha il miglior biglietto da visita: 300 partite tra serie A e serie B in squadre di rilievo tra cui spiccano Empoli (con cui ha chiuso tra i professionisti), Salernitana, Napoli, Genoa, Piacenza. Tre presenze nella nazionale Under 21. Sulla fascia sinistra ha garantito per diversi anni alle proprie squadre sia copertura sia proiezione offensiva.  CASTELNUOVO. Poca fortuna e bilancio in rosso. Un solo punto nelle tre trasferte consecutive di Eccellenza per il Real Castelnuovo che però ha molto da recriminare. La squadra allenata
da Oliviero Di Stefano, infatti, esce a testa alta dal trittico anche se non sono arrivati quei punti che avrebbero permesso un salto di qualità in classifica. Adesso, la zona playout è distante solo un punto, ma la speranza dell'ambiente è che la crescita della squadra possa proseguire.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro