Quotidiani locali

Piscine di villa ada 

Il bilancio è positivo per il Circolo Nuoto E ora si guarda al 2019

BAGNI DI LUCCAHa consegnato le chiavi al Comune domenica 9 settembre l’associazione Circolo Nuoto Lucca, che ha preso in gestione per questo e per il prossimo anno le piscine di Villa Ada. Ma dopo la...

BAGNI DI LUCCA

Ha consegnato le chiavi al Comune domenica 9 settembre l’associazione Circolo Nuoto Lucca, che ha preso in gestione per questo e per il prossimo anno le piscine di Villa Ada. Ma dopo la sfida della riapertura, vinta, già sono sul tappeto programmi e iniziative per il futuro. Certamente l’associazione parteciperà al bando per la gestione definitiva.

«Sono sincero, all’inizio di questa avventura non ci eravamo resi bene conto della grande opportunità che ci offriva la gestione del complesso di Villa Ada, in una location di assoluta eccellenza – dice il vice presidente dell’associazione Paolo Simonetti – abbiamo cercato di puntare sulla qualità del servizio offerto agli utenti più che sulla quantità delle presenze. Un ambiente come questo è un gioiello per l’intera Valle e per tutta la Lucchesia. Merita impegnarsi perché chi arriva qui trovi svago e relax e cura nei servizi che trova, bar compreso».

Se la gestione di questi 40 giorni del 2018 ha badato soprattutto a risolvere i problemi inevitabilmente dalla corsa dei lavori per poter aprire in estate, ponderato e articolato è invece il progetto che a grandi linee Simonetti anticipa per il 2019: «L’obiettivo sarà di migliorare ancora gli arredi, il servizi o e gli svaghi offerti dalle piscine, a cui contiamo di aggiungere l’utilizzo delle acque termali. Molto cambierà anche e soprattutto nelle proposte per la sera, perché vogliamo che il complesso di Villa Ada diventi un polo di attrazione per le serate d’estate, non solo per la Val di Lima. Cene, aperitivi, spettacoli e incontri dovranno rappresentare un grande richiamo per chi è già a Bagni di Lucca e chi verrà da fuori. Il consenso ricevuto anche dai numerosi amici arrivati da Lucca ci stimola a fare il massimo sforzo perché le piscine di Villa Ada diventino un “must” per tutta la provincia. Contiamo anche sul favore con cui ci ha accolto il pubblico locale, che ha capito il nostro impegno».

Intanto soddisfazione viene espressa anche dall’assessore Carlo Giambastiani, per il quale la riapertura dell’impianto è stata una sorta di scommessa personale: «Mi fa piacere vedere che i risultati hanno fatto cadere tante riserve e tanto scetticismo, che mi hanno fatto passare parecchie notti insonni. Il recupero delle piscine

si è rivelato ancora più complesso di quanto pensavamo e senza lo straordinario impegno di chi ha lavorato sarebbe stato impossibile riuscire davvero a riaprire questa estate. Non possiamo però cullarci sugli allori perché il lavoro non è finito». —

EMANUELA AMBROGI

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro