Quotidiani locali

il sindaco michelini 

«Sugli orari brutta figura di Progetto Rinascimento»

Il primo cittadino invita l’opposizione a verificare come sono stati riorganizzati i servizi comunali  prima di contestarli

BAGNI DI LUCCA

«Se i consiglieri di opposizione del gruppo Progetto Rinascimento si facessero vedere più assiduamente in consiglio e in Comune e se, quanto meno, si informassero bene prima di inviare comunicati alla stampa, eviterebbero brutte figure a catena»: così il sindaco Paolo Michelini ribatte sulla questione degli orari degli uffici comunali.

Il sindaco invita l’opposizione (anche il gruppo “Un futuro per Bagni di Lucca” aveva mosso critiche) a verificare bene come sono stati riorganizzati i servizi, che, sostiene, nulla tolgono ai cittadini. Michelini afferma anche di non aver notizia di alcun disagio creato dalla chiusura degli uffici il sabato: «Per cercare di batterci sul tempo Progetto Rinascimento ha rivolto il solito disordinato attacco alla politica amministrativa del Comune, che sta riportando confortanti apprezzamenti sotto gli occhi di tutti. Il gruppo si lamenta della mancanza di informazione alle minoranze, dimenticandosi che i consiglieri di Progetto Rinascimento brillano per la totale assenza all’interno del Comune disinteressandosi della vita amministrativa dell’ente. Dove sono stati negli ultimi 15 mesi? A parte qualche presenza in consiglio, non si sono mai visti nemmeno ad accompagnare un cittadino che, sostengono, si rivolgerebbe a loro per avere informazioni. Sanno questi consiglieri che si ergono a paladini dei diritti dei cittadini quali sono e quante sono le presenze dei cittadini stessi negli uffici comunali? No, perché non frequentano il palazzo, continuando nella tradizione di quando loro amministravano».

Poi, entrando nel merito:«È dal 21 maggio che, con l’avvio della carta di identità elettronica, l’ufficio anagrafe è aperto oltre che la mattina anche il martedì e giovedì pomeriggio e chiuso il sabato, senza conoscere casi di disservizio ai cittadini. Dal 16 luglio gli uffici comunali sono aperti al pubblico (protocollo e anagrafe a parte) il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13 per un totale di 12 ore settimanali. Il sabato da diverse settimane i professionisti e i cittadini non si recano più in Comune e non risulta che ci sia disagio avendo a disposizione un giorno in più settimanale per le loro esigenze. Con il nuovo orario si amplia l’apertura di tutti gli uffici per un totale di apertura di 18 ore settimanali su 36 di lavoro dei dipendenti. Perché i consiglieri di Progetto Rinascimento non si informano e pur di attaccare disinformano? Addirittura dicono che l’orario di apertura sarà ridotto di un’ora. Una conferma della loro incapacità».

Michelini ricorda ai consiglieri di Progetto Rinascimenti che «durante il loro mandato gli uffici tecnici e contabili avevano un’apertura

di sole otto ore settimanali e addirittura avevano chiuso l’ufficio anagrafe il venerdì (unici in tutta Italia) con proteste continue dei cittadini. Propongono la chiusura nel giorno di lunedì, ma lo sanno su quali giorni si svolge la vita amministrativa e i rapporti tra enti?». —

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro