Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Sei “superpresidi” per le scuole della Lucchesia

Sono i reggenti che si occupano di più di un istituto, a volte dalla materna alle superiori: il “record” è della Valle del Serchio

BAGNI DI LUCCA

Da Lucca a Bagni di Lucca. Oppure a Castelnuovo, o a Pieve Fosciana. È la dura vita dei presidi reggenti, che si trovano a dover dirigere istituti distanti decine di chilometri. E che, spesso, scontano anche un altro tipo di distanza: quella che può eisstere fra un istituto comprensivo (dunque dalla materna alle scuole medie) e una scuola superiore. Anche quest’anno, a due settimane dal suono della prima campanella, lo specchietto dei dirigneti delle scuole lucchesi non è certo avaro di questi super-presidi, che si trovano a guidare due istituti in contemporanea.

Da diversi anni questa è una sorte che tocca, ad esempio, a Massimo Fontanelli. Che è in primis dirigente scolastico a Lucca, dove sotto la sua responsabilità c’è l’istituto che raggruppa il tecnico Fermi e il professionale Giorgi. In sovrappiù, il professor Fontanelli è anche incaricato come dirigente dell’Istituto superiore della Garfagnana a Castelnuovo: una reltà ch riunisce il professionale Simoni, i tecnici Vecchiacchi e Campedelli e il liceo scientifico Galilei.

Sempre sulla direttrice Lucca-Valle del Serchio opererà un altro importante dirigente scolastico. Si tratta di Cesare Lazzari, dirigente dell’istituto che riunisce il tecnico commerciale Carrara, l’agrario Busdraghi e il tecnico per geometri Nottolini: a questi, il professor Lazzari affiancherà il ruolo di preside all’istituto comprensivo di Bagni di Lucca.

Anche la professoressa Iolanda Bocci, che guida il liceo classico Machiavelli insieme al professionale Civitali e al liceo delle scienze sociali Paladini, si dovrà occupare di bambini dalle materne alle medie, visto che è stata confermata nella reggenza del comprensivo di Castiglione Garfagnana.

Guiderà invece due istituti comprensivi il professor Claudio Franciosi, che per fare la spola tra le sue due sedi si metterà in auto sui tornanti del Monte Magno: sarà infatti preside sia a Camaiore 1 che al “Giacomo Puccini” di Pescaglia.

Più veloce invece il trasferimento per la professoressa Emanuela Giannini, che aggiunge alla dirigenza dell’istituto comprensivo di Gallicano la reggenza di quella dell’istituto comprensivo di Piazza al Serchio.

Tutto lucchese, invece, l’impegno per il professor Marco Orsi, che oltre alla dirigenza dell’istituto comprensivo Lucca 5 (con base nel Morianese) dovrà occuparsi anche di quello di Lucca 7 (nell’Oltreserchio), dove raccoglie il testimone lasciato da Anna Rugani, andata in pensione.

Ha trovato invece un nuovo dirigente “titolare” l’sitituto comprensivo Don Aldo Mei di San Leonardo in Treponzio: dopo il pensionamento di Carla Reggiannini, infatti, è stato nominato Vincenzo Peluso, già dirigente del comprensivo di Buggiano.

Una situazione complicata, dunque. che è originata dalla scarsità di presidi che possono diventare titolari di cattedra: il concorso ad hoc ha visto uscire a fine luglio la lista degli ammessi alla prova scritta dopo la preselezione. Per avere i nuovi dirigenti, dunque, serviranno ancora diversi mesi. —