Quotidiani locali

SIMONINI (LEGA) sulla Kme 

«Nessun giudizio Aspettiamo tutti gli elementi»

L’esponente del Carroccio  replica alle accuse  di aver già fatto una scelta sostenendo l’azienda  sul pirogassificatore

BARGA

Chiarezza, una volta per tutte. Dopo le offese e le critiche sui social, il segretario della Lega Mediavalle e Garfagnana, precisa la posizione del Carroccio sulla vicenda pirorigassificatore: «Sono dispiaciuto – dichiara Simone Simonini – che in molti cavalchino la nostra posizione riportando fatti errati. La Lega è alla ricerca di elementi fondamentali per la più ampia quadratura della situazionerelativa alla proposta aziendale. Va tenuto inoltre in considerazione il nostro buon operato per l’ascolto e la partecipazione».

Un “nì” , in attesa di avere ulteriori elementi di valutazione: «Ribadisco – prosegue Simonini – che il nostro movimento ha deciso di non penalizzare la proposta aziendale a priori, senza conoscere prima tutti gli elementi per un giudizio sulla salubrità della Valle, il possibile impatto di un impianto di gassificazione, la possibile ricaduta economica e di sviluppo, l’importanza dall’offerta lavorativa che Kme dà al nostro territorio, le possibili alternative, la reale diminuzione dell’impatto ambientale così come prospettato dalla stessa azienda». E mentre nelle prossime settimane i manager di Kme si recheranno a Firenze per avviare il procedimento della valutazione di impatto ambientale, le polemiche investono la politica locale: «La nostra posizione attuale rimane di attesa del definitivo e ufficiale progetto, che vogliamo approfondire, essendo un dossier importante, con i massimi vertici di partito, chiedendo pareri dei tecnici esperti che il nostro movimento potrà fornirci. Ricordo inoltre ai cittadini che il nostro sarà un parere politico consultivo, in quanto non saremo noi a dare o non le autorizzazioni necessarie».

Simonini poi attacca il Pd per le strategie passate: «Restano palesi e contraddittorie le responsabilità del Partito Democratico che in questo caso governa Comune di Barga, Provincia e Regione. Molto strana infatti è la posizione dello stesso partito, che dapprima sembrava essere d’accordo con la possibile realizzazione dell’impianto e oggi, invece, sembra aver deciso, almeno pubblicamente, di sfilarsi dalla questione. Evidentemente a parere nostro solo per paura di perdere ulteriori consensi nella popolazione». Nessun sì a prescindere, chiude la nota, per evitare strumentalizzazioni:

«Se l’impianto dovesse essere dannoso alla salute, come detto da molti, gli stessi organi non garantirebbero le autorizzazioni, e la stessa azienda non intraprenderebbe una via rischiosa, per il proprio investimento e per la salute della cittadinanza». —

N.B.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro