Quotidiani locali

opere pubbliche  

Verde, panchine e tradizione Sta per nascere la nuova piazza

Aprirà lunedì il cantiere per la realizzazione dello spazio intitolato ad Aldo Moro I nomi delle frazioni di Capannori verranno incisi sulla pavimentazione in pietra

CAPANNORI

Aprirà lunedì il cantiere per la realizzazione della nuova piazza Aldo Moro.

Una vera e propria rivoluzione, che trasformerà quello che è attualmente uno slargo in una vera e propria piazza cittadina di fronte al municipio. Pedonalizzata, con tanto verde e sedute, giochi d'acqua e i nomi di tutte le quaranta frazioni capannoresi, incise sulla pavimentazione in pietra di Matraia, una fontana e piante di camelie.

I lavori alla piazza comporteranno uno spostamento del tradizionale ambulante del venerdì. Al via i lavori di preparazione dello spazio intorno al municipio che da venerdì diventerà la nuova localizzazione di banchi e stand.

In municipio si è tenuta una riunione con i rappresentanti delle categorie degli ambulanti per condividere il progetto di posizionamento delle bancarelle durante i lavori. Il mercato sarà delocalizzato di pochi metri: dagli spazi davanti al Comune allo spazio di lato e il dietro al palazzo comunale. Le strade che portano al municipio, come via Lunatesi e via Piaggia, resteranno libere.

Pertanto in questi giorni l'ufficio tecnico del Comune sta predisponendo tutti gli interventi per il trasferimento del mercato, il cui ultimo giorno sarà venerdì 31 agosto e già nel pomeriggio inizieranno le operazioni di trasloco. Per l'amministrazione comunale si tratta di una fase di sperimentazione aperta, quindi, ad accorgimenti e modifiche, dopo una verifica della nuova localizzazione.

Dal punto di vista della tempistica il piano della ditta Costruire Srl di Montecarlo, vincitrice della gara, prevede il completamento dei lavori entro sei mesi e mezzo dall’inizio del cantiere, entro marzo 2019.

«Ci siamo - dice il sindaco Luca Menesini - è tutto pronto per aprire il cantiere che darà a tutti i capannoresi una piazza dove potranno fare iniziative, manifestazioni, trascorrere le giornate rilassandosi, giocare o lavorare. Ringrazio gli uffici per il gran lavoro fatto e le categorie degli ambulanti per la disponibilità a collaborare che hanno dimostrato. Per noi il mercato è un valore aggiunto e dopo questi lavori daremo alle bancarelle del venerdì mattina uno spazio bello e curato. Sono molto soddisfatto di tutto il percorso fatto per realizzare questa piazza che, nome a parte, nei fatti non esisteva. Voglio creare uno di quei posti per cui restare nella propria città non sembri una seconda scelta».

Il Comune ha previsto un investimento di circa 1 milione e 800 mila euro, di cui una parte consistente proveniente dalla Fondazione Cassa di Risparmio. La stessa piazza continuerà ad ospitare il concerto del 1 maggio.

Gli unici posti auto cancellati saranno quelli di fronte al Comune, mentre saranno mantenuti tutti gli altri parcheggi nell’area, che resterà un polo dell’attività e dei servizi. «La nuova piazza offrirà servizi per grandi e piccini, spazi per manifestazioni e giochi, per tutti e senza tirare fuori un euro. E trasmetterà un senso di appartenenza - dice

Menesini - identico a quello che spesso vediamo all’estero». Una riqualificazione a tutto campo, che punta a “ricucire” le due parti di Capannori, quella vecchia e quella nuova e le frazioni centrali (Tassignano, Santa Margherita, Lunata, Paganico). —

NICOLA NUCCI

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro