Quotidiani locali

la celebrazione  

Parte da Casabasciana il ciclo di feste degli emigranti di Bagni

BAGNI DI LUCCAOttocento lettere alla gente originaria di Bagni di Lucca e sparsa nel mondo per invitarla a partecipare alla festa dell’Emigrante, che il Comune vuole rilanciare in grande stile...

BAGNI DI LUCCA

Ottocento lettere alla gente originaria di Bagni di Lucca e sparsa nel mondo per invitarla a partecipare alla festa dell’Emigrante, che il Comune vuole rilanciare in grande stile insieme all’associazione Lucchesi nel Mondo. È stato predisposto il progetto per portare la festa, a rotazione, in tutti i paesi di Bagni. Il primo incontro si terrà oggi nella piazza di Casabasciana dalle 16 fino a sera, con una cena organizzata dall’associazione di Casabasciana. In programma anche una mostra fotografica, uno stand del museo della Figurina di Coreglia Antelminelli, una esposizione del lavoro del boscaiolo e un atelier di abiti teatrali.

È partita con un lavoro di ricerca la preparazione per organizzare l’evento clou della stagione estiva di Bagni di Lucca. Il sindaco Paolo Michelini ha inviato dopo una selezione una lettera a 800 famiglie che risiedono all’estero per invitarle: «Le adesioni sono numerose, ma la cosa che mi ha emozionato di più sono state le lettere piene di sentimento e riconoscenza di coloro che non potranno essere presenti».

«Bagni di Lucca non sarà mai acclamata sufficientemente per ricordare i tanti emigranti all’estero – ha aggiunto Ilaria Del Bianco dei Lucchesi nel Mondo – dalla mia elezione a presidente dell’associazione ho considerato questo Comune come capitale morale dell’emigrazione lucchese. Gli emigranti partiti da Bagni hanno compiuto una emigrazione pionieristica. Ho accolto con entusiasmo l’idea della consigliera Maria Barsellotti».

«Un evento dedicato a tutti quelli che hanno cercato fortuna all’estero e alla storia di Bagni

– ha concluso Barsellotti – mi ha molto colpito una foto della festa dell’emigrante in cui si vede la piazza di Ponte a Serraglio gremita di persone nel 1972. Persone tornate dall’estero per riabbracciare i loro cari. Desideriamo una festa così». —

EMANUELA AMBROGI

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro