Quotidiani locali

villa collemandina 

Altare, iniziati i lavori per lo spostamento E il comitato si arrende

VILLA COLLEMANDINA . «Dopo 3 anni, questo potrebbe essere il nostro ultimo post». È quanto si legge sulla pagina Facebook “Altare Villa Collemandina” ed è quasi un atto di resa di fronte alla nuova...

VILLA COLLEMANDINA . «Dopo 3 anni, questo potrebbe essere il nostro ultimo post». È quanto si legge sulla pagina Facebook “Altare Villa Collemandina” ed è quasi un atto di resa di fronte alla nuova chiusura della chiesa da parte del parroco don Giuseppe Dini per inizio lavori.

L’altare verrà dunque spostato. Sit-in davanti alla chiesa e striscioni in paese, ma stavolta l’azione dei parrocchiani sembra non aver ritardato l’inizio dei lavori. «Prima di chiudere sentiamo il dovere di porgere le nostre scuse a quelle persone, che già nel 1999 si erano dimostrate contrarie al progetto di spostamento, e che oggi, purtroppo, non sono più con noi – dicono i responsabili del comitato – vi garantiamo che abbiamo fatto quanto era possibile, sempre, ovviamente, rimanendo nella legalità. Purtroppo non siamo riusciti a salvaguardare il vostro/nostro altare. Ci dispiace davvero, perdonateci». Il comitato ringrazia tutti coloro che hanno espresso solidarietà e compreso la loro battaglia anche dai paesi vicini: «Nonostante il nostro impegno sul fronte dell’informazione siamo stati criticati. È stato detto che siamo stati offensivi. Sarebbe più opportuno dire che siamo stati calunniati, visto che la calunnia fonda le proprie origini sulla falsità. Non siamo mai stati informati sul progetto e mai abbiamo visto un’autorizzazione. Ma se tutto è in regola perché non vengono rese pubbliche? Perché si lavora a porte chiuse in gran segreto?». La riunione pacifica davanti alla chiesa ha segnato l’ultimo atto di protesta.

La storia
Tutto è legato allo spostamento della parte bassa dello storico altare all'interno della chiesa voluto ostinatamente dal parroco locale, don Giuseppe Dini, 88 anni di Corfino, alla guida della comunità parrocchiale dal lontano 1963. Uno spostamento fortemente contrastato dai parrocchiani di Villa, ormai da diversi anni, ed oggetto di due pareri discordi, a distanza di 15 anni, da parte della soprintendenza

che prima, nel 2000, ha bocciato il progetto, salvo poi riapprovarlo, nel 2015. La protesta è riesplosa lo scorso anno, dopo che per due anni i parrocchiani avevano cercato il confronto, con l'esposizione dei primi striscioni, apparsi anche in altre frazioni limitrofe. —. LUCA DINI.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro