Quotidiani locali

a pescaglia 

Tutela delle fasce deboli Accordo raggiunto tra Comune e sindacati

PESCAGLIA. È stato siglato l’accordo tra l’amministrazione comunale e i sindacati per la tutela dei pensionati e delle famiglie in difficoltà economica. In particolare, sono stati confermati gli...

PESCAGLIA. È stato siglato l’accordo tra l’amministrazione comunale e i sindacati per la tutela dei pensionati e delle famiglie in difficoltà economica. In particolare, sono stati confermati gli stanziamenti per il sociale previsti negli anni passati, ed è statoanche introdotto un meccanismo di progressività per le tariffe della mensa e del trasporto scolastico.

L’accordo è stato sottoscritto dal sindaco Andrea Bonfanti e dall’assessore al sociale Valerio Bianchi con i rappresentanti delle confederazioni sindacali Rossano Rossi (Cgil), Massimo Bani (Cisl), Giacomo Saisi (Uil) e dei sindacati dei pensionati Francesco Fontana, Emanuela Bianchi e Ilio Mecchi di Spi Cgil; Massimo Santoni, Franco Bertucci, Mario Bonaldi e Giancarlo Lenzi di Fnp-Cisl e Antonio Malacarne di Uilp-Uil.

«Il dialogo con le parti sociali per concordare le politiche a sostegno dei cittadini in difficoltà economica è un tratto distintivo della nostra amministrazione comunale. – dichiara il sindaco – adifferenza di chi ci ha preceduto, che aveva chiuso la porta in faccia ai sindacati, riteniamo fondamentale il confronto su queste tematiche. È proprio grazie a questa concertazione che abbiamo individuato interventi specifici e strategie. Confermare lo stanziamento dello scorso anno per la spesa sociale, nonostante incertezze relative a introiti provenienti da altri enti, è per noi un risultato molto importante, la dimostrazione di come il welfare sia tra le nostre priorità».

« L’accordo non è un punto di arrivo – riprende Bonfanti – ma una tappa di un più ampio percorso che proseguirà anche nei prossimi mesi. Una delle parti dell’intesa riguarda, appunto, la lotta all’evasione fiscale. Amministrazione comunale e sindacati hanno concordato che le risorse recuperate saranno investite in campo sociale. Anche quest’anno, così come già avvenuto nel 2016 e nel 2017, il Comune invierà ai “furbetti” avvisi di accertamento per recuperare Tari e Imu

non pagate. Sono poi state stabilite le condizioni preliminari per l’accesso alle agevolazioni ed esenzioni, e non potrà beneficiarne chi, negli ultimi 18 mesi, ha acquistato auto o moto di nuova immatricolazione di cilindrata superiore, rispettivamente, a 1.600 e 600 ». —
L.M..

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro