Quotidiani locali

Firmato il piano per la sicurezza

In prefettura siglato il patto per partecipare ai bandi per la videosorveglianza

CAPANNORI. Ieri mattina il Comune di Capannori, rappresentato dall’assessore alla sicurezza urbana Lia Micciché, e con lui i comuni di Careggine, Castiglione, Fabbriche di Vergemoli, Fosciandora, Massarosa e Villa Collemandina, hanno firmato in prefettura il “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana” alla presenza del prefetto Maria Laura Simonetti. Il patto che ha come obiettivo la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria attraverso servizi e interventi di prossimità e l’installazione di sistemi di videosorveglianza, in base alle singole esigenze territoriali.

Per Capannori la firma di questo patto, alla quale era presente anche la comandante della polizia municipale Debora Arrighi, è propedeutico alla richiesta di finanziamento al ministero dell’Interno per l’installazione di nuove telecamere di videosorveglianza, perché dà al Comune la possibilità di partecipare insieme alla prefettura a un apposito bando.

L’amministrazione presenterà una proposta per l’installazione di quattro nuove telecamere di videosorveglianza in altrettante aree del territorio particolarmente frequentate e maggiormente soggette a episodi di microcriminalità: a Marlia nel parcheggio antistante l’area del mercato in via Paolinelli e nell’area di ingresso e parcheggio antistante il cimitero nuovo di via delle Selvette; a Guamo nel parco pubblico adiacente la chiesa parrocchiale in via Nuova e a San Leonardo in Treponzio nell’area esterna allo Sportello al Cittadino (ex Circoscrizione).

«La firma di questo patto è particolarmente importante perché ci dà la possibilità di rafforzare le azioni di prevenzione e di contrasto alla microcriminalità sul nostro territorio e di aumentare la percezione di sicurezza da parte dei cittadini – spiega l’assessore Micciché – in particolare vogliamo potenziare il sistema di videosorveglianza territoriale già presente nel centro di Capannori, ad alcune zone periferiche molto frequentate e più prese di mira dai malviventi. Accanto alla videosorveglianza stiamo portando avanti con risultati soddisfacenti altre misure per aumentare la sicurezza sul territorio. Tra queste il servizio di controllo di vicinato che vede la presenza di venti gruppi sul territorio e il servizio “Whatsappiamo

sicurezza”. A breve attiveremo anche il servizio notturno della polizia municipale per il periodo estivo e stiamo lavorando al rafforzamento dell’organico della polizia municipale».

Intanto in estate saranno installate sei telecamere al parco pubblico di Capannori.



TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro