Quotidiani locali

Palestra: in arrivo 450mila euro

Contributo della Fondazione Cassa di Risparmio al Comune di Coreglia

COREGLIA ANTELMINELLI. In arrivo un contributo di 450mila euro per realizzare la palestra scolastica, che diverrà il palasport del fondovalle. Fondi che il Comune di Coreglia ha ricevuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, e che completa il finanziamento dell’opera assieme ai fondi stanziati dalla Regione Toscana, per un costo complessivo delle opere di un milione e 950 mila euro.

Finanziamenti che si aggiungono a quelli – per oltre 9 milioni di euro – arrivati a Coreglia per il capitolo scuole. Nei mesi scorsi, infatti, sono state finanziate altre opere pubbliche come la scuola elementare e materna del capoluogo, la scuola elementare di Piano di Coreglia, la materna di Calavorno (con annesso recupero degli impianti sportivi), e il nuovo polo di Dezza a Ghivizzano. I lavori, avviati nello scorso mandato, saranno quindi terminati entro il 2020: «Sono stati anni impegnativi – dice il sindaco Valerio Amadei – sia dal punto di vista dell’amministrazione, soprattutto per il reperimento delle risorse necessarie, sia per gli alunni e le famiglie che in alcuni casi hanno dovuto sopportare il disagio di sistemazioni temporanee. Oggi però possiamo veramente essere orgogliosi di giungere al compimento di un’impresa veramente eccezionale che consentirà a tutti i ragazzi del comune di poter godere di scuole nuove, funzionali e sopratutto sicure, oltre a consentire l’utilizzo delle nuove strutture in caso di situazioni di emergenza per le esigenze di tutta la cittadinanza».

Amadei, nel ringraziare Marcello Bertocchini, presidente della Fondazione si toglie qualche sassolino dalle scarpe: «La miglior risposta a quanti continuano a insinuare notizie o presagi nefasti per il futuro, come ad esempio il consigliere Taccini, sono i fatti concreti che puntualmente smentiscono quanto viene dato per certo. Sia chiaro non intendiamo dare consigli o indicazioni di condotta a nessuno, ma crediamo che pensare di rendere un buon servizio ai cittadini citando atti amministrativi o documenti protocollati,

peraltro pubblici e accessibili a tutti, ma estrapolandoli dal loro contesto, secondo noi rischia solo di fare confusione, mentre sarebbe cosa più utile valutare i risultati realmente ottenuti, certamente assai più interessanti per gli abitanti del nostro territorio».(n.b.)

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro