Quotidiani locali

Meccanico muore in moto contro l'auto dell'amico: una comunità in lutto - Video

Coreglia: Rudy Biagioni, 26 anni, si è schiantato sul mezzo guidato da un suo amico. Il sindaco a casa dei genitori per portare la vicinanza di tutto il paese

Lucca. Muore a 26 anni nello scontro in moto: la ricostruzione della tragedia Incidente mortale a Piano di Coreglia, in provincia di Lucca: a perdere la vita un giovane di 26 anni che si è scontato con un'auto guidata da un amico. Ecco cosa sarebbe successo secondo una prima ricostruzione dell'incidente - L'ARTICOLO

COREGLIA. Il destino può essere tragico due volte. Perché si prende in un momento la vita di un ragazzo di 26 anni e perché coinvolge nell’incidente un amico della vittima. È quanto accaduto ieri sera, intorno alle 20.15, a Piano di Coreglia dove è morto Rudy Biagioni, un ragazzo di 26 anni di Ghivizzano basso . Per lui, alla guida di una moto, è stato fatale lo scontro con un’auto che era condotta da un suo amico, da una persona che conosceva e che frequentava con assiduità.

Le storie dei due ragazzi si sono incrociate un’ultima volta in via Nazionale. Secondo una prima ricostruzione (i rilievi sono stati effettuati dai carabinieri di Coreglia), Biagioni stava procedendo in sella alla sua Aprilia 850 da Piano di Coreglia verso Ghivizzano.

Stesso tragitto percorso dal suo amico, un 33enne anche lui residente a Ghivizzano, che era alla guida di una Fiat Punto. Quest’ultimo, a un certo punto, si sarebbe avvicinato alla linea di mezzeria per svoltare a sinistra nella stradina che porta al Drop Club, l’ex Skylab.

Proprio in quel momento, però, stava sopraggiungendo Biagioni in sella alla sua moto. Da capire cosa via avvenuto: distrazione, velocità, un calcolo errato dei tempi. Fatto sta che il centauro è finito contro la fiancata sinistra della Punto.

Un urto violentissimo, che ha proiettato a decine di metri di distanza sia la moto sia il corpo del povero Rudy.

Immediata la richiesta di intervento del 118 da parte di chi si trovava a passare in quel momento dalla via centrale del paese. La centrale operativa ha inviato sul posto l’automedica da Barga e un’ambulanza della Misericordia di Gallicano. Nonostante i tentativi di rianimazione, però, per il giovane non c’è stato niente da fare: troppo gravi i traumi subiti nell’impatto con l’auto prima e con l’asfalto poi. Ferito e sotto choc l’amico, che è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale di Castelnuovo Garfagnana: le sue condizioni non sono comunque preoccupanti.

Biagioni lavorava come meccanico all’officina Dm di Piano di Coreglia (proprio da lì stava ritornando, diretto verso casa) ed era un grande appassionato di due ruote. In passato ha anche corso in tutta Italia in speciali competizioni riservati agli scooter. Tanti gli amici dei due ragazzi che, una volta saputa la notizia, sono arrivati sul posto, increduli e disperati. Il sindaco di Coreglia Valerio Amadei è andato a casa dei genitori di Biagioni a portare la vicinanza sua e dell’amministrazione comunale.

La strada è rimasta chiusa a lungo, dal distributore Agip fino al bar Tassoni, per consentire ai carabinieri di effettuare i rilievi e poi di rimuovere la salma e i mezzi coinvolti nell’incidente.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro