Quotidiani locali

Una pioggia di milioni sulla Valle del Serchio

Ammessi a finanziamento i progetti per la sicurezza del territorio di 4 Comuni Premiati con 12.500.000 euro Bagni, Castelnuovo, Gallicano e San Romano

VALLE DEL SERCHIO. Pioggia di milioni in Valle del Serchio. Sono quelli del ministero dell’interno che, di concerto con il ministero dell’Economia, aveva stanziato 150 milioni di euro da destinare a opere per la sicurezza. In primis per la difesa dal rischio sismico degli edifici pubblici (partendo dalle scuole) e dal rischio idrogeologico del territorio. Ebbene, di quei 150 milioni disponibili a livello nazionale, ben 12 e mezzo arriveranno in Valle. A essere premiati i progetti presentati da quattro Comuni. In ordine decrescente di cifra Bagni di Lucca (4.365.000 euro), Castelnuovo (4.183.533 euro), Gallicano (3.400.000 euro) e San Romano (575.000). In realtà i progetti arrivati che dalla Lucchesia avevano partecipato al bando erano molti di più, per una somma che superava i 44milioni di euro. Ma una parte di questi – per una somma complessiva di oltre 12 milioni – non sono stati ammessi. Si tratta di quelli presentati da Borgo a Mozzano, Capannori (che aveva presentato ben 9 progetti), Castiglione Garfagnana, Coreglia, Seravezza, Vagli, Villa Basilica e di uno dei 5 progetti (gli altri erano stati ammessi) presentati da Pescaglia. Promossi inveca 44 progetti proposti da 16 Comuni lucchesi, per un totale di oltre 30 milioni di euro.

Oltre a quelli dei 4 Comuni che poi hanno ottenuto il finanziamento, hanno ricevuto parere favorevole quelli dei Comuni di Camporgiano, Careggine, Fabbriche di Valico, Fosciandora, Massarosa, Minucciano, Molazzana, Pescaglia, Piazza al Serchio, Pietrasanta e Sillano. Solo che i fondi a disposizione erano limitati e per soddisfare tutti i progetti i 5.904 presentati a livello nazionale (e promossi) sarebbero serviti un bel po’ di più dei 150 milioni di euro stanziati. Per l’esattezza ne sarebbero serviti 3.992. Da qui la necessità di fare una classifica, una graduatoria che, comunque, alla luce delle tante richieste, ha premiato la Valle in modo particolare.

Tra i primi a dare l’annuncio del finanziamento i sindaci di Gallicano David Saisi e di Castelnuovo Andrea Tagliasacchi. I soldi destinati a Gallicano andranno alla messa in sicurezza e ampliamento della scuola materna (per 1.413.000 euro) e alla messa in sicurezza dal rischio idrogeologico, con tre progetti di 1.490.118, 300mila e 197mila euro, dei territori di Capanne, Campo e Capannaccia. Per quanto riguarda Castelnuovo, i finanziamenti, da 492.720 euro l’uno, e da 3.690.813 l’altro, serviranno alla messa in sicurezza dell’area della stazione ferroviaria.

I contributi saranno consegnati in tre tranche. Subito i Comuni riceveranno il 20% della somma. Un altro 60% sarà erogato entro il prossimo 30 novembre, ma solo dopo la verifica dell’avvenuto affidamento dei lavori. Il saldo finale del 20% arriverà opera finita e a collaudo eseguito.

In sostanza si prevede un fiorire di cantieri a partire dal prossimo inverno.

E i progetti accettati ma rimasti esclusi? Si seguirà – per l’assegnazione di eventuali altri fondi – la graduatoria stilata dal ministero, nel caso si rendessero disponibili ulteriori risorse o in quello in cui, ipotesi poco probabile, alcune delle amministrazioni finanziate rinunciassero. E tra quelli

esclusi i primi progetti di un Comune lucchese in graduatoria sono, dal 174° al 177° (al momento sono finanziati quelli fino al 146°), quelli di Pietrasanta. Poi seguono, molto più indietro (289° e 290°) quelli di Fosciandora.

Luigi Spinosi

Luca Dini

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro