Quotidiani locali

La carica dei 102 all’assalto del Ciocco

Due giorni alla prima gara del campionato italiano rally, con il pilota di casa chiamato a difendere il titolo tricolore

BARGA. Andreucci, Campedelli, Scandola e Crugnola: questo il poker di nomi dati per favoriti al successo finale nel 41esimo rally del Ciocco e Valle del Serchio, che scatterà venerdì sera da Forte dei Marmi per poi concludersi con un super “tappone” nella giornata di sabato. Oltre 100 gli iscritti, con ben 27 R5 al via a conferma che oltre alla quantità ci sarà anche tanta qualità nella prova di apertura del campionato italiano rally. Come sempre, grande attesa per la prova di Paolo Andreucci che sempre con Anna Andreussi al fianco torna sulle strade di casa con il decimo tricolore ben in vista sulla propria Peugeot 208 T16 Racing Lions. Costituisce un’incognita poi la nuova formula, con il rally che si deciderà in poco più di 12 ore con grande dispendio di energie fisiche e mentali. Non correrà Andrea Marcucci alle prese con l’attività legata all’ingresso nel nuovo Senato.

Protagonisti annunciati. Sono 102 gli iscritti ufficiali: 66 per il campionato italiano, 36 per il regionale. Il rivale numero uno per il 53enne pilota di Castelnuovo Andreucci sembra essere lo stesso dello scorso anno, ovvero il cesenate Simone Campedelli, che con la sua Ford Fiesta del team Orange1 cerca il suo primo tricolore, mentre il terzo incomodo è Umberto Scandola (Skoda Fabia) alla ricerca del suo primo Ciocco. Ma al consueto tris si aggiunge Andrea Crugnola (Ford Fiesta HK Racing). Ai nastri di partenza molti giovani di valore, tanti outsider anche dall’estero. Dal siciliano Marco Pollara (Peugeot 208 T16), campione Junior in carica, al molisano Giuseppe Testa (Ford Fiesta), dal debuttante Luca Panzani (Ford Fiesta) ad Andrea Nucita (Hyundai i20). Dall’oriente arrivano Takamoto Katsuta e Hiroki Arai, entrambi venticinquenni, nell’orbita Toyota: osservati speciali del Team Gazoo Racing di Tommi Makinen, i due “giap” vanno forte, utilizzando le “errecinque” made in Ford. In particolare Katsuta di recente ha stupito il mondo, mettendo in riga tutte le WRC2 e tutti i piloti, più o meno “nordici”, sulle speciali innevate del rally mondiale di Svezia. Ci sarà anche il russo, poco più che ventenne, Nikolay Gryazin su Skoda Fabia. Altri nomi da seguire sono quelli di Antonio Rusce (Ford Fiesta), Kevin Gilardoni (Ford Fiesta), Rudy Michelini (Skoda Fabia), Leopoldo Maestrini (Skoda Fabia) e Luca Artino (Skoda Fabia).

Non solo Andreucci. Sulle strade del Ciocco saranno diversi i “locali” pronti ad infiammare i tifosi tra cui Stefano Martinelli, campione Italiano Rally R1 in carica iscritto con la sua Suzuki Swift, con Sara Balducci alle note.

Il campionato regionale. Qui il favorito è il piacentino Andrea Carella (Peugeot 208 T16), vincitore nel 2017 della classe R2B nel Campionato Italiano Wrc. A seguire la Hyundai i20 di Franco Rossi e quindi un quartetto di Ford Fiesta molto aggressive per la lotta al vertice affidate a Fabio Pinelli, Egisto Vanni, Federico Rossi e Pierluigi Della Maggiora.

I monomarca. Al Ciocco, prendono il via ben cinque Trofei monomarca, serie che, negli anni, si sono rivelate vere e proprie fucine di campioni. Sulle strade della Valle del Serchio scattano il Trofeo Peugeot Competition 208 Top, il Trofeo 124 Abarth Rally, il Trofeo Renault Clio R3 Top, il Trofeo Renault Twingo R1A e il Suzuki Rally Trophy.

La gara... in rosa. All’interno della gara “maggiore” ci saranno la massese Corinne Federighi, con Monica Cicognini (Renault Clio R3C), forte dei suoi due titoli femminili nel Cir e del recente titolo Irc, la lucchese Luciana Bandini, con Rita Ferrari (Renault Clio), la biellese Patrizia Perosino, con la figlia Veronica a farle da navigatrice (su Renault Clio S1600) e Rachele Somaschini con Alessandra Benedetti alle note (Mini Cooper S JCW).

Dal pallone alle ruote. Ritagliando un po’di tempo al suo impegno come medico sportivo del Napoli Calcio, l’appassionato rallista Alfonso De Nicola sarà al via del rally Il Ciocco con la DR1 Sr della LM Motorsport, affiancato da Alessio Pellegrini.

Il programma. Il rally prende il via venerdì dal lungomare di Forte dei Marmi con la cerimonia di partenza alle 17,30, pochi minuti prima del via della prova speciale numero 1, la “spettacolo”. Il giorno dopo partenza alle 6,30, con una giornata di gara intensa e molto lunga, con ben quattordici prove speciali: tre passaggi sui circa sette km di Massa Sassorosso, altri tre passaggi sui quasi venti km della Careggine, la prova più lunga del rally, poi due passaggi sui 17,19 km di Tereglio e altri due sui 14,32 km di Renaio, inframezzate dalle immancabili, spettacolari e divertenti “corte” NoiTv e Il Ciocco, disegnate tutte all’interno della Tenuta Il Ciocco. Il rally Il Ciocco e Valle del Serchio troverà quindi la sua conclusione, intorno alle 19,30, sotto la storica Porta Ariostea di Castelnuovo. Ridotto

il chilometraggio per il campionato regionale: dopo la prova spettacolo a Forte dei Marmi, disputerà altre otto prove speciali al sabato, per un totale di quasi settantadue km, partendo dal secondo passaggio su Massa Sassorosso e concludendo la gara insieme al rally “maggiore”.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro