Quotidiani locali

Cardiologi a confronto «La mortalità si è ridotta del 30%»

Primo giorno del meeting CardioLucca in San Francesco Il professor Bovenzi presenta cifre e risultati dell’attività

LUCCA
Oltre 1600 ricoveri complessivi dalla terapia intensiva al reparto al day hospital nella Cardiologia dell'ospedale San Luca nel solo 2017, precisamente 1633, con un incremento del 9 per cento rispetto all'anno precedente. Altri 409 ricoveri nella Cardiologia dell’ospedale Santa Croce di Castelnuovo Garfagnana. In totale, nell'ultimo biennio, si registra un incremento complessivo del 17 per cento. Per un totale di 11515 giornate di degenza nello scorso anno, che ha visto eseguire anche 500 angioplastiche. Nell'ultimo biennio, al San Luca, è inoltre diminuita la degenza media, che è passata da 7,26 giorni a 6,22; anche al Santa Croce si è contratta, passando da 6,6 giorni a 6,18, un altro segnale del continuo miglioramento dell'organizzazione interna. . Ecco alcuni dei dati resi noti dal professor Francesco Bovenzi, direttore della Cardiologia dell’Ospedale San Luca di Lucca e dell’Ospedale Santa Croce di Castelnuovo Garfagnana, nel primo giorno di CardioLucca 2018, il tradizionale meeting, giunto alla sua dodicesima edizione, in corso sino a sabato nell'auditorium di San Francesco. Ma c'è un altro numero che è sintomatico della costante crescita della Cardiologia lucchese in questi anni: la mortalità per malattie del sistema circolatorio, nel periodo 2003-2012, si è ridotta di circa il 30 per cento, il migliore risultato di tutta la Toscana nel periodo preso in esame.

«I nostri dati di attività e di esito – ha commentato il professor Bovenzi in apertura dei lavori – sono risultati molto incoraggianti e che ci inducono a fare sempre meglio per la salute dei cittadini che si rivolgono alle nostre cure e che hanno fiducia in noi. In oltre 10 anni abbiamo contribuito a ridurre in modo significativo del 30% la mortalità cardiovascolare nel nostro territorio, consideriamo questo risultato il frutto di un forte impegno e un nostro dovere morale al servizio dell’azienda e del territorio. Abbiamo elevato tra Lucca e Castelnuovo di Garfagnana la nostra capacità di accoglienza e di copertura del territorio incrementando il numero dei ricoveri negli ultimi tre anni. I dati di esito mostrano risultati che sono tutti in linea con il programma nazionale esiti e in alcuni casi addirittura migliori che in altre realtà come nella risposta all’infarto entro le 48 ore, che proprio a Lucca supera l’88% per alcune forme più gravi».

Cardiolucca 2018, a cui partecipano oltre 600 cardiologi provenienti da tutta Italia, andrà avanti a domani. Per la giornata di oggi, alle ore 12, è prevista una tavola rotonda su “Salute, stato sociale, sostenibilità e finanza

pubbliche: quale futuro?” a cui parteciperanno, tra gli altri, il sindaco Alessandro Tambellini, il direttore generale Asl nord ovest Maria Teresa De Lauretis, il direttore sanitario Mauro Maccari, esperti di economia in sanità e con il commento nel pomeriggio di Alain Friedman.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro